Brooklyn Nets

D'Angelo Russell: Nets a vita?

L'ex giocatore dei Los Angeles Lakers giura fedeltà ai suoi Nets, che da giugno saranno artefici del proprio destino

30.03.2018 16:20

Nella parte meno “cool” di New York, tutti i tifosi dei Brooklyn Nets si aspettavano un altro tipo di stagione, non certo senza sconfitte. Eppure, a causa dei numerosi infortuni, quello di Jeremy Lin su tutti, le aspettative riguardo la franchigia di Brooklyn non sono state minimamente rispettate. Il futuro può, però, essere già da oggi luminoso poiché D’Angelo Russell ha da poco giurato di essere un “Net for Life”.

Ho pianificato di restare qui per tutta la mia vita, quindi credo che ciò accadrà. Mi sento come se potessi conquistare qualcosa di importante qui.”

La fiducia che D’Angelo Russell ripone, quindi, nella franchigia di Michail Prochorov è notevole, nonostante la stagione sia stata, nel complesso, piuttosto fallimentare. I Nets però stanno perdendo, comunque lentamente, quell’aurea negativa, determinata dallo scambio con i Celtics ben 5 anni fa, che li ha caratterizzati fino a questo momento. Alla fine di questa stagione, infatti, i Nets cederanno la loro ultima prima scelta al Draft ai Cleveland Cavaliers e, da quel momento in poi, potranno essere artefici del loro destino. La scelta che andrà ai Cavs sarà, anche quest’anno, piuttosto alta. Ciò non solo a causa dell’infortunio di Jeremy Lin, ma anche dell'ex giocatore dei Lakers che afferma:

“82 gare sono molte, ma passano velocemente. Ho perso un sacco di tempo che mi ha aiutato a maturare. Credo che con 2-3 stagioni di salute si possa creare, in questa squadra, un rapporto vero, e a quel punto qualcosa di buono potrà essere costruito. E’ solo questione di tempo.”

Russell ha saltato ben 34 partite e, alla sua terza stagione NBA, non ha potuto dimostrare il suo vero valore in cui Earvin Magic Johnson non ha creduto. Russell ha giocato solamente 41 partite realizzando, in 26 minuti di media, 16.0 punti, 4 rimbalzi e 5.1 assist. Cifre che, per 36 minuti, lo porterebbero ad essere, di nuovo, uno dei prospetti più interessanti che non hanno trovato ancora il loro posto nella Lega.

La seconda scelta assoluta del draft 2015 deve infatti ancora trovare un equilibrio nel suo gioco, ma, ancor di più, migliorare il suo tiro da tre punti (solo un misero 32% in questa stagione). Tuttavia nonostante i grandi proclami, sarà Sean Marks a decidere quale sarà il futuro di Russell nelle prossime stagioni, considerando che il suo contratto, ancora da Rookie, scadrà nella stagione 2018/2019.

Commenti

Il miglior difensore della lega: Rudy Gobert!
Justin Jackson si rende eleggibile al Draft 2018