New Orleans Pelicans

Anche Alvin Gentry si scaglia contro gli arbitri!

Ancora una volta in questa stagione, la classe arbitrale è stata pesantemente criticata

18.03.2018 14:56

Nella scorsa notte i New Orleans Pelicans hanno perso per 101-107 il secondo match consecutivo contro gli Houston Rockets, precipitando all'ottavo posto nella serratissima lotta per i playoff della Western Conference. Le polemiche però si sono estese anche dopo il fischio finale, con coach Alvin Gentry furioso verso l'arbitraggio ricevuto.

In particolare, il tecnico statunitense si lamenta che Anthony Davis, stella dei Pelicans, sia bistrattato vicino a canestro ma che non gli venga mai fischiato niente.

"Cerchiamo di giocare nel modo giusto e quello che riceviamo è che non fischiano mai un fallo in favore di anthony davis. parliamo di persone che lo trattengono, che si aggrappano a lui mentre taglia verso il canestro".
"Mai una volta che fischino un fallo. e sapete il perché? Perché non fa la femminuccia e non si lamenta. Lui continua a giocare".

La frustrazione di coach Gentry per questi non-falli è ovviamente dovuta al fatto che New Orleans è in piena lotta per un posto (più che meritato) ai playoff. Dopo l'infortunio di DeMarcus Cousins nessuno avrebbe dato un centesimo ai Pelicans, che invece sono riusciti a rimettersi in piedi e lottare per la post-season. Ecco che, quando Gentry pensa di aver subito più di un torto, soprattutto in riferimento a come gli arbitri trattano le altre stelle (vedi James Harden), non si trattiene e si scaglia contro la direzione arbitrale:

"Non è giusto, perché sapete una cosa? Stiamo lottando duramente per andare ai playoff, e tutto quello che vorremmo è che i fischi fossero corretti. e prenderò quella maledetta multa che mi daranno domani, mi sta bene".

Nonostante queste durissime parole che raccontano di un evidente favoreggiamento per i Rockets (secondo il suo pensiero), l'allenatore sessantatreenne rimane molto lucido quando parla del gioco proposto da James Harden e delle sue chance di diventare MVP:

"Sono una grande squadra con un giocatore fantastico. per me harden merita l'mvp della regular season. Ha fatto di tutto per guadagnarselo. la sua squadra ha il miglior record e lui è il migliore dei suoi. inoltre, segna anche i canestri decisivi quando ce n'è bisogno".

Insomma, l'analisi di Alvin Gentry è più che onesta, dato che avrebbe tutti i motivi per reclamare l'MVP al suo miglior giocatore, ovvero Anthony Davis. Ciò non toglie che la critica verso gli arbitri rimane molto aspra e verrà probabilmente sanzionata dalla NBA, ma con l'obiettivo concreto dei playoff cercare di attirare l'attenzione degli addetti ai lavori su questo problema, potrebbe favorirli per il futuro.

Commenti

Indiana e Philadelphia si guardano allo specchio: i Playoffs non sono un tabù!
La rabbia di LaMarcus Aldridge rilancia gli Spurs!