Portland Trail Blazers

La vera minaccia nella Western Conference secondo Draymond Green

Emanuele
11.03.2018 19:25
Dalla pausa All-Star i Portland Trail Blazers hanno cambiato marciata e possiedono attualmente la striscia di vittorie più lunga dell'intera lega. Sono infatti ben nove le vittorie consecutive che hanno catapultato la franchigia di coach Terry Stotts al terzo posto della Western Conference con un record di 40-26. Portland non solo ha inviato a tutte le altre franchigie in lotta per un posto playoffs un chiaro messaggio, ma ha anche dimostrato di tenere testa ai campioni in carica della NBA. Nei loro ultimi due match contro i Golden State Warriors, i Trail Blazers sono stati la migliore squadra sul parquet, con l'ultimo successo siglato venerdì sera con il risultato finale di 125 a 108. Essendo stati eliminati dai playoffs proprio dai Dubs nelle ultime due stagioni, le ottime prestazioni contro gli Warriors stanno dando grande fiducia ed entusiasmo a Damian Lillard e compagni. Se la regular season dovesse finire oggi, dato il piazzamento in classifica delle due franchigie, Portland e Golden State si incontrerebbero al secondo turno, con la franchigia dell'Oregon in odore di riscatto dopo essere stati spazzati via lo scorso anno con un sonoro sweep! Insomma qualcosa sembra essere cambiato a Portland e se ne è accorto anche Draymond Green nei loro recenti scontri:
"Sono sempre una minaccia. Hanno una delle migliori guardie della lega, Lillard e McCollum. Quindi quando hai di fronte due giocatori come loro, sono sempre una minaccia. Inoltre sono migliorati di sicuro. Comunque sia la chiave sarà sempre quella di cercare di contenere Dame e CJ. Se siamo in grado di farlo, saremo anche in grado di vincere, altrimenti la possibilità di portare a casa la posta in palio passerà nelle loro mani".
Come dare torto all'Orso ballerino! Con 26.8 punti, 4.5 rimbalzi, 6.5 assist, il 44.7% dal campo e il 37.8% da dietro l'arco, Lillard sta dando vita alla miglior stagione della sua carriera. Oltre a questi numeri stagionali, nelle nove vittorie di fila, Sub-0 ha fatto registrare una spaventosa media di oltre 30 punti, 4 rimbalzi e 5 assist a partita, che hanno portato tutti gli addetti ai lavori a riconsiderarlo nella corsa all'MVP. Ma se Portland sta disputando un ottimo finale di stagione è merito anche di CJ McCollum che con 21.8 punti, 3.2 assist e 4.0 rimbalzi a partita sta dando un enorme contributo alla causa ed un enorme sostegno a Damian Lillard. I due insieme al loro team hanno anche fatto enormi passi in avanti in fase difensiva, dove gli scorsi anni sono stati ampiamente criticati. I meriti di questa ulteriore crescita vanno senza dubbio a Terry Stotts che ha elevato la sua reputazione come allenatore di basket e dovrebbe essere considerato per il premio di "coach of the year". I motivi di Draymond Green di preoccuparsi di uno dei migliori backcourts della lega ci sono tutti e, in attesa del prossimo scontro ai playoffs, i Blazers ce la faranno ad andare in doppia cifra lunedì sera contro i Miami Heat e fare un ulteriore passo in avanti verso la postseason? Golden State è già li che li aspetta...

Commenti

#INFERMERIA: Cosa sta succedendo al ginocchio di Kyrie Irving?
Utah sorride: Jae Crowder torna in versione biancoverde!