Trade

Minnesota difende il proprio branco: rifiutato lo scambio Towns-Griffin proposto dai Clippers!

13.01.2018 17:37
Ormai ci avviciniamo sempre di più alla data dell'8 febbraio, ovvero quella della trade deadline. Per questa ragione, molte squadre si stanno dando da fare sul mercato per cercare di perfezionare la squadra in vista dei Playoffs oppure di stravolgerla completamente per porre le basi in vista di una prossima rebuilding. A questa seconda categoria appartengono senz'altro i Los Angeles Clippers, i quali non hanno ancora le idee chiare riguardo il proprio futuro. Uno dei probabili partenti è DeAndre Jordan, giocatore a cui i Cavaliers sono molto interessati senza però soddisfare a pieno le richieste dei californiani. Il G.M. dei losangelini, Dave Wohl, ha infatti provato a scambiare anche Blake Griffin per poter ricostituire un "nuovo ciclo" visto il deragliamento inaspettato del progetto "Lob City 2.0". Stando ai rumors provenienti dai media americani, Wohl ha telefonato ai Minnesota Timberwolves per capire se c'era la possibilità di uno scambio Griffin-Towns ma la netta risposta della dirigenza dei T-Wolves non ha permesso nemmeno una prima mediazione di mercato. Minnesota non ha intenzione di vendere Towns, in più la contropartita sembra insufficiente dato le difficili questioni finanziarie. L'ala grande dei Clippers ha firmato un'estensione del contratto con cui percepirà 173 milioni nei prossimi 5 anni. Towns invece deve ancora esaurire il contratto da rookie che durerà fino al 2019, per un totale di 14 milioni di dollari in questi ultimi 2 anni. E' evidente che, per poter concludere questo scambio, i Timberwolves dovrebbero inserire nella trattativa qualche contratto pesante come quello offerto a Jeff Teague o accorciare le proprie rotazioni in panchina sacrificando uno tra Dieng, Gibson e Pekovic. Per questa ragione i Timberwolves hanno subito chiuso, ragionevolmente, le porte a questa trade. La squadra di coach Thibodeau, dopo un periodo difficile sta emergendo nella Western Conference ed è vicina sia al terzo che al secondo posto. Nelle ultime settimane il ruolo di Towns è stato un po' rivisitato, mettendo in risalto le qualità difensive del numero trentadue: fattore che ha completamente rivalutato la capacità di contenimento della squadra. Con Butler al centro dell'attacco, i T-Wolves sembrano aver trovato la quadratura del cerchio e difficilmente potrebbero decidere di stravolgere l'equilibro appena conquistato con una trade così "pesante". Infine si deve considerare la differenza di età fra le due stelle americane, oltre al fatto che Blake Griffin ha manifestato molteplici problemi fisici nel corso della propria carriera, peculiarità in contrasto con il progetto "a lungo termine" dei Timberwolves. Non stupisce quindi che la dirigenza di Minnesota non abbia neanche preso in considerazione la proposta dei Clippers. La dirigenza di Los Angels invece deve ancora togliere il "velo di maya" dal proprio futuro. Vedremo se i californiani continueranno a "smantellare" il proprio starting-five. La data dell'8 febbraio è ancora lontana e con ogni probabilità gli "assi nella manica" del G.M. Dave Wohl  devono ancora essere scoperti.

Commenti

Details: il nuovo show firmato Kobe Bryant!
Zach LaVine e l'ottovolante emotivo