Infermeria

Kawhi Leonard vola a New York per la riabilitazione: il rientro si allontana di nuovo?

Il calvario di Leonard sembra infinito, nonostante poche settimane fa sembrasse già pronto a tornare. Ed i rumors di mercato aumentano...

Andrea Valiani
01.04.2018 21:30

La telenovela di Kawhi Leonard sembra non avere fine. Stando alle parole di Adrian Wojnarowski e Michael C. Wright, la stella degli Spurs ha lasciato San Antonio in direzione New York, dove lo aiuteranno con la riabilitazione. Leonard si è allontanato dai compagni lunedì, ma è stato seguito nella Grande Mela da alcuni membri del suo staff, così da capire meglio la situazione.

Ormai la questione sul suo rientro dura da diversi mesi, ma tuttora non è chiaro cosa accadrà. Alcune fonti dicevano che sarebbe potuto tornare per il match del 16 marzo contro i New Orleans Pelicans, ma qualche giorno dopo ciò è stato smentito. Intorno al mondo NBA si pensava che di lì a poco l'avremo rivisto in campo, invece la notizia odierna rimanda ancora le speranze dei tifosi texani, che a questo punto saranno piuttosto confusi.

Il problema è che anche lo staff medico sembra non avere chiara la situazione, e i giocatori degli Spurs non ne sembrano molto felici. Prima Tony Paker ha fatto sapere che il suo infortunio era decisamente più grave di quello di Kawhi (clicca qui per l'approfondimento), ma lui è già rientrato da diversi mesi. L'irritazione del playmaker è seguita da alcune parole di Manu Ginobili, che preferisce pensare che Leonard non tornerà questa stagione a meno che non sia al 100% della forma, altrimenti rischierebbe di essere quasi dannoso per la squadra.

Insomma, Popovich sta combattendo per i playoffs e con sei partite al termine della stagione regolare l'obiettivo è quasi raggiunto, ma la postseason è un'altra cosa. LaMarcus Aldridge non potrà trascinare da solo la squadra e l'aiuto di Leonard sarebbe decisivo per il cammino dei suoi. Adesso però le speranze di rivederlo in campo si affievoliscono notevolmente.

Quella degli Spurs è una strategia per cercare di farlo rientrare per le partite che contano, oppure anche loro non sanno più come affrontare il problema? Difficile rispondere adesso, ma tutti gli elementi fanno propendere per la seconda opzione.

E i rumors sul suo fututo intanto si fanno sempre più insistenti: forse l'ultima partita con la maglia di San Antonio potrebbe averla già giocata.

Commenti

Il miglior difensore della lega: Rudy Gobert!
Hassan Whiteside: che attacco a coach Spoelstra!