New York Knicks

I Knicks aggrappati a Porzingis: "Credo nei playoffs!"

Guido Boldoni
03.11.2017 21:12
Dopo l’addio di Carmelo Anthony e Phil Jackson, Kristaps Porzingis è diventato a tutti gli effetti il Re della Grande Mela. Tante erano le voci sul suo conto questa estate e addirittura si era parlato di un suo possibile passaggio ai Boston Celtics. L'ex coach di Bulls e Lakers lo avrebbe sacrificato sull'altare della rebuilding poichè, come ormai tutti sanno, il rapporto tra i due era ai ferri corti. Al prestigiosissimo ESPN.com Porzingis ha deciso di parlare di sè a 360°. Dai toni che usa sembra davvero essere il nuovo leader della franchigia newyorkese. Cosa è cambiato rispetto all'anno scorso?
“Direi che è un'atmosfera diversa, una nuova sensazione. Molti nuovi giocatori in nuove posizioni e molti nuovi ragazzi, giocatori che vogliono giocare il loro basket migliore e che vogliono emergere. Questo è ciò che è più importante. Stiamo giocando bene e stiamo giocando duro, specialmente nella fine difensiva.”
Come è la vita cestistica senza Anthony ?
“Ovviamente è tutto diverso. Era il punto di riferimento ed era il leader della squadra. Sono cambiate tante cose. Io speravo che lui rimanesse e che io potessi ancora imparare da lui, ma l’ho sentito ed era felice di essere a OKC. E’ una grande occasione per lui”
La squadra può raggiungere i playoff ?
"Io ci credo. Se giochiamo con intensità voglia e motivazioni possiamo farcela, dobbiamo volerlo e dobbiamo andare avanti per la nostra strada, questo è molto importante".
Come ti vedi in questo momento ?
"Ora mi sto godendo le cose, ma la mia vita è di basket. Penso al basket praticamente tutto il tempo. Tutto il resto non importa molto. Finisco una partita e cerco di recuperare per la successiva, questa è la cosa più importante. Amo giocare in questa città e per me questa è la città più bella del mondo".
Entro quanto i Knicks saranno competitivi ?
"Io sono fiducioso, inquadro il futuro e penso a come potrebbero andare le cose. Siamo sulla buona strada. 
I nuovi New York Knicks stanno emergendo attorno al talento dell'ala grande e puntano ad essere subito competitivi. Era proprio Phil Jackson il problema di questa squadra? Il tempo a NY di Carmelo Anthony era davvero terminato? Due domande che ormai appartengono al passato, ciò che conta adesso per i Knicks è chiudere la stagione in maniera dignitosa, abbracciare il sogno playoffs trascinati da Porzingis, e poi riuscire a prendere giocatori di buon livello nella prossima free agency, dove sarà proprio il lettone che dovrà dare una grande mano alla dirigenza nel reclutamento, magari, di almeno un All-Star. Infine nelle ultime ore sono arrivate importantissime parole del fratello di Kristaps che ha detto che il futuro di Porzingis non sarà deciso solo in base ai soldi che le varie franchigie potranno offrirgli. Chiaro segnale che il giovane è ambizioso e vuole una squadra che gli possa garantire di poter lottare per l'anello. Come dargli torto? I Knicks sono avvisati!

Commenti

Steven Adams: la classe operaia va in paradiso!
Manu Ginobili, mille di queste partite!