Los Angeles Lakers

Lonzo Ball non è solamente "chiacchiere e distintivo"!

Secondo Kyle Kuzma, il prodotto di UCLA sta lavorando duramente in palestra per incrementare la propria massa muscolare.

Simone Romani
24.05.2018 13:42

Da quando è terminata la stagione per i Los Angeles Lakers, nella mente di Lonzo Ball sembra non esserci nient'altro che la voglia di crescere. Il prodotto di UCLA, molte volte etichettato negativamente per via dei comportamenti scosiderati del padre, sembra essersi definitivamente estraniato dal rumors che aleggiano al di fuori dello Staples Center, focalizzandosi esculusivamente sulla propria crescita fisica e mentale

Martedì Kyle Kuzma ai microfoni di Ohm Youngmisuki di ESPN, ha confermato quanto il playmaker ex UCLA stia lavorando in palestra per migliorare la sua presenza fisica. Come conferma la small-forward dei Lakers, il lavoro che Lonzo Ball sta svolgendo, non è una semplice preparazione atletica conosona alla offseason ma un vero e proprio programma maniacale:

" Lonzo è in palestra ogni giorno. Si puo dire che sta prendendo la sala pesi molto seriamente. Se tutto andrà per il verso giusto, l'anno prossimo sarà pronto per disputare una stagione completa. La determinazione che sta mostrando in queste settimane è incredibile, presto vedrete un Lonzo Ball diverso!"

Le parole di Kyle Kuzma sul proprio compagno di squadra infatti, sono un monito di quanto è accaduto in questa stagione. Pur essendo alla sua stagione da rookie, il tempo trascorso fuori dal parquet per Lonzo Ball, supera nettamente quello in cui è stato in campo, limitando le sue presenze stagionali a sole 52 partite su 82 di programma. E' evidente come non ci sia proporzione nei due dati, e come questo scarso minutaggio, abbia influito notevolvmente sulla sua crescita mentale.

Certamente però, le volte in cui Lonzo Ball è sceso in campo ha subito smentito le chiacchiere che si agiravano attrono alla sua figura, concludendo la stagione con una media di 10.2 punti, 7.2 assist, 6.9 rimbalzi e 1.7 rubate a partita, che fanno ben sperare la franchigia californiana.

Le infinite voci che assillano Lonzo Ball però, non rappresentano solamente critiche e associazioni familiari. Un mese fa Magic Johnson e l'ormai General Manager Robert Pelinka, hanno comunicato con tono deciso che il work-out del 2018 rappresenta la più importante preparazione professionale della vita cestistica del talento californiano. L'incoraggiamento dato dalla leggenda dei Lakers, consiste nel curarsi poco e niente delle critiche riguardati la meccanica di tiro mostrata sino ad ora, definita dai media scomposta e inusuale. Al contrario, il playmaker dei gialloviola dovrebbe consolidare il proprio istinto realizzativo, inserendo un'adeguata controparte atletica:

"Lonzo Deve continuare a tirare nel modo in cui si trova a suo agio. Deve solo aumentare il lavoro in palestra che, se svolto nella maniera giusta, lo farà diventare un All Star."

Una decisione pienamente condivisa dal talento californiano, pronto a rispondere pubblicamente all'esortazione espressa da Magic Johnson:

"Mi hanno detto di non cambiare assolutamente la mia meccanica di tiro se mi trovo a mio agio in questo modo. Devo continuare a credere in me stesso, so che questa è la strada giusta per migliorare e diventare un giocatore completo!"

Insomma questa offseason si fà molto dura per il ragazzo di Anaheim, California. Vedremo se l'estrema diligenza professionale e il soprendente senso del sacrificio basteranno a ripagare gli sforzi del precoce talento gialloviola. Lonzo Ball, al contrario di quanto molti pensavano, non è solamente chiacchiere e distintivo.

 

Commenti

Karl-Anthony Towns contro Tom Thibodeau: chi resta?
All-Rookie Team: giovani talenti o campioni già affermati?