News

Il misterioso contratto di Derrick Rose con l'Adidas

Simone Romani
10.02.2018 13:39
"C'è sempre un nuovo giocatore da sponsorizzare, e mai abbastanza soldi."
Queste parole descrivono senza mezzi termini quello che dovrebbe essere la filosofia di un brand, o marchio che dir si voglia. Eppure non sempre questa filosofia viene rispettata. Lo sa bene Derrick Rose che nel lontano 2012 da MVP in carica ha firmato un contratto con Adidas da ben 185 milioni di dollari per 14 anni. A distanza di 6 anni Jon Wertheim di Sports Illustrated ha voluto pubblicare il contratto di 40 pagine che Derrick Rose ha firmato con l'Adidas, facendo notare alcune cose. Dalla stagione 2011/2012, il playmaker che un anno prima era stato il miglior giocatore della lega con la maglia dei Chicago Bulls, percepisce 12 milioni di dollari l'anno dall'azienda tedesca. E ad oggi, anche se le sue medie si sono notevolmente abbassate, soprattutto in virtù dei suoi continui infortuni, Rose ha un contratto di 11 milioni di dollari per la stagione in corso, oltre che la possibilità di fare uso di un aereo privato, messo a disposizione dalla stessa Adidas. Ma tutto questo è solamente l'apice di un contratto che si estende molto più in profondità. L'Adidas che aveva notato in lui un ottima fonte di guadagno, pur di potersi assicurare la sua completa fiducia si è spinta decisamente oltre. Infatti oltre a Derrick Rose, anche il fratello maggiore Reggie percepisce 250.000 dollari all'anno come consulente, per non parlare del suo migliore amico Randall Hampton che per le ipotetiche "consulenze" ne percepisce 50.000.
"Non ho mai visto niente del genere."
Queste le parole di un agente sportivo a Wertheim, che è rimasto stupito dal fatto che nonostante il valore del giocatore in NBA si sia abbassato notevolmente e nonostante qualche accusa di troppo fuori dal campo, l'Adidas non abbia ancora detratto o quanto meno rivalutato il contratto con Derrick Rose:
"Rose è stato anche accusato di stupro nel 2015. Adidas avrebbe potuto, in questo caso, attivare la clausola morale sul suo contratto ed affermare che le accuse avevano un effetto negativo contro la reputazione del marchio, ma stranamente non lo fece. Ma a differenza della maggior parte dei contratti, Rose ha delle clausole che annullano tali detrazioni se fa varie apparizioni promozionali."
Tutto nella vita di Derrick Rose ha del sorprendente. Quest'anno ha giocato solamente 16 partite, in bilico tra un'abbandono e la rinascita, chiudendo con medie che fino ad ora si aggirano intorno a 9.8 punti, 1.6 assist e 1.8 rimbalzi a partita. Da quel maledetto MVP Derrick Rose non è mai stato all'altezza dell'essere una vera superstar, scaricato anche dalla sua ormai ex squadra i Cleveland Cavaliers, il giorno della trade deadline, eppure sorprendentemente ancora una volta l'Adidas lo sta trattando come tale.

Commenti

UFFICIALE: La rivoluzione di Cleveland: Rodney Hood e George Hill!
UFFICIALE: Dwyane Wade riabbraccia i Miami Heat!