News

LeBron James è sempre più decisivo: ora anche da tre!

07.12.2017 16:15
LeBron James suona la tredicesima sinfonia. Questa notte infatti i Cleveland Cavaliers hanno battuto in volata i Sacramento Kings allungando ulteriormente la loro striscia vincente. Protagonista assoluto dell'incontro, come sempre, è stato proprio The King che ha coronato una prestazione da 32 punti, 9 assist e 11 rimbalzi con la tripla a 15 secondi dalla fine che di fatto ha deciso la partita. I cosiddetti Clutch Shots (tiri decisivi) non sono certo una novità nella carriera di James. L'anno scorso, per esempio, un suo canestro dall'altissimo coefficiente di difficoltà permise ai Cavs di prolungare all'overtime un'importantissima sfida casalinga di regular season contro gli Washington Wizards (partita che poi Cleveland riuscì a portare a casa). Nonostante ciò, è impressionante come le percentuali da tre di LeBron si siano notevolmente alzate in questa stagione. Il Re, infatti, viaggia attualmente con il 43% dall'arco, circa il 7% in più rispetto allo scorso anno e addirittura quasi il 10% in più rispetto alla sua media in carriera. Tutto ciò è frutto di un grandissimo lavoro svolto da James in estate, un lavoro senza dubbio favorito dalla sua fame di riscatto dopo la delusione delle Finals perse contro i Golden State Warriors. Per poter essere clutch, però, l'allenamento passa spesso in secondo piano, ci vogliono innanzitutto sangue freddo, coraggio e anche un pizzico di follia, armi che LeBron James ha sempre dimostrato di avere nel proprio arsenale. Il Re d'altronde è stato decisivo diverse volte, ma raramente lo è stato dai 6 metri e 75. Se dovesse iniziare ad esserlo anche tirando da lì ecco che diventerebbe devastante sotto tutti i punti di vista. Sulla crescita esponenziale del suo tiro dall'arco James si è espresso sottolineando come l'evoluzione del modo di giocare della NBA lo abbia spinto a lavorare in maniera quasi maniacale su quest'aspetto:
“Ho sempre cercato di essere un giocatore migliore anno dopo anno. L'NBA ha preso l'abitudine di tirare da tre negli ultimi anni perciò ho lavorato molto sul mio tiro dall'arco.”
Il Re ha inoltre evidenziato come il suo tiro da tre sia diventato letale anche perché spesso è assolutamente imprevedibile. Le difese avversarie, infatti, essendoci sul parquet tiratori infallibili come Korver, Smith, Frye e Love, tendono a concentrarsi su di loro o a riempire l'area, preferendo lasciare qualche metro di spazio a James come si può vedere da questo video. Chissà che adesso però, vedendo le percentuali di LeBron dall'arco, i difensori non inizino a marcare anche lui come si deve, sempre che questo basti a limitarlo. D'altronde ormai lo abbiamo imparato, quando il Re decide che è il suo momento l'unica cosa da fare per chi difende è una preghiera agli Déi del basket, sperando che almeno loro riescano a fermarlo.

Commenti

Boston ha il suo nuovo "King in the Fourth": Kyrie Irving!
UFFICIALE: La libertà di Jahlil Okafor si chiama Brooklyn Nets!