News

Isaiah Thomas non sta più nella pelle: "Grazie Cleveland, questo è solo l'inizio!"

Emanuele
03.01.2018 12:30
Finalmente dopo più di 7 mesi di assenza dal parquet, Isaiah Thomas ha fatto il suo debutto con la nuova maglia dei Cleveland Cavaliers questa notte contro i Portland Trail Blazers. E che debutto! Secondo quanto riferito dallo staff tecnico, il "folletto" ex Celtics avrebbe dovuto giocare per non più di 12 minuti ed invece è rimasto in campo per 18 minuti, dopo aver preso un ottimo ritmo partita e comportandosi meglio di quanto ci si potesse aspettare alla sua prima uscita. Al suono della sirena, sono infatti 17 i punti messi a referto (con il 50% dal campo, 6/12), conditi da 3 assist, che hanno contribuito a porre fine alle tre sconfitte di fila dei Cavs sigillando il box score del match sul 127-110. Insomma l'esordio di IT sta già dando una forte iniezione di fiducia a tutto l'ambiente Cleveland. Parlando ai media nel post-partita, Thomas ha manifestato tutta la sua soddisfazione per aver finalmente debuttato con la maglia dei Wine and Gold, dopo l'infortunio all'anca che lo ha tenuto lontanissimo dal basket:
"E' stata una serata speciale per me. Non ho giocato per sette mesi, quindi giocare è stato davvero speciale. Ovviamente aver ottenuto la vittoria è stato ancor più grande ed il fatto di aver dimostrato di poter già competere in una partita è stata una grande emozione per me".
Il grande momento per il 28enne sessantesima scelta al draft del 2011 è arrivato a 4:33 secondi dalla fine del primo quarto, quando coach Tyronn Lue lo ha spedito in campo tra gli applausi scroscianti della Quicken Loans Arena.
"Grazie Cleveland! Stasera è stata una serata molto speciale per me e mi hai mostrato tanto amore quando ho messo piede in campo. Questa serata la ricorderò per sempre. Ora continuiamo a costruire, questo è solo l'inizio!"
Il tweet rilasciato da IT subito dopo la vittoria sui Trail Blazers non ha bisogno di ulteriori interpretazioni. Thomas si sente bene, in forma, ha lavorato duramente per essere a questo punto e se fosse per lui giocherebbe già 38 minuti pieni. Tuttavia bisogna usare prudenza ed è per questo che il due volte All-Star sarà soggetto a delle limitazioni in termini di minuti e al momento non giocherà le gare di back to back. Questo automaticamente lo esclude dall'incontro di oggi contro la sua ex squadra: i Boston Celtics! Dunque per affrontare la sua ex franchigia IT sarà costretto ad aspettare l'11 febbraio prossimo, quando i Cavs si recheranno al TD Garden di Boston. E dopo i segnali positivi di questa notte neanche osiamo immaginare in che condizione potrebbe presentarsi già a quella sfida. In soli 18 minuti contro Portland Isaiah Thomas ha mostrato solo una sprazzo di quello che potrebbe portare alla squadra. Tant'è che anche LeBron James non sta più nella pelle:
"E' molto bravo, molto bravo. Molto dinamico, può tirare da qualunque posizione, può penetrare a canestro, passare la palla, creare così tanto per la nostra squadra. Ciò che più mi piace di lui è che ha un peso sulle spalle per la vita. Quando un ragazzo ha un peso sulle spalle, non accadrà mai che non lavorerà sodo. Che non dia tutto ciò che ha. Che ti deluda. Ora a basket puoi sbagliare tiri, perdere palloni e cose del genere, e non siamo preoccupati di questo. Un ragazzo così lavorerà sempre duro. E quando lavori, il gioco ti restituisce sempre qualcosa."
E se lo dice il Re...

Commenti

Il "profeta" Danny Ainge questa volta colpisce i Memphis Grizzlies!
Un altro passo nella storia per Gregg Popovich