San Antonio Spurs

Un altro passo nella storia per Gregg Popovich

03.01.2018 14:39
Con la vittoria conseguita stanotte contro i New York Knicks al Madison Square Garden di New York Gregg Popovich è diventato il quinto allenatore più vincente della storia NBA. Il coach degli Spurs ha toccato quota 1176 vittorie in carriera, tutte ottenute al comando della squadra texana. Dopo aver superato George Karl, fermo a 1175 , Popovich ha messo nel mirino Pat Riley, che nella sua carriera di vittorie ne ha totalizzate 1210. Più lontani Jarry Sloan (storico coach dei Jazz) a quota 1221, Lenny Wilkens a 1332 e il primo di questa speciale classifica Don Nelson a 1335. Ovviamente coach Pop, nello stile che lo contraddistingue, non ha mostrato un minimo di entusiasmo per il traguardo raggiunto, anzi, nel post-partita ha commentato serafico:
"Non ricordo di aver mai fatto un punto o preso un rimbalzo; non significa assolutamente nulla, se non che abbia allenato ottimi giocatori per un'eternità "
Se Popovich non ama esaltarsi per i traguardi personali, può sicuramente gioire per l'ennesima stagione positiva dei suoi. Gli Spurs sono in un buon momento di forma, e il ritorno di Kawhi Leonard sta dando i frutti sperati. Nella notte il californiano ha totalizzato 25 punti, 4 assist e 8 rimbalzi, ricordando a tutti che con lui gli Spurs sono un'altra cosa. Bene anche Aldridge che quest'anno, vista anche la prolungata assenza di Leonard, sembra essere molto più uomo squadra che in passato. L'ex Portland ha migliorato ogni sua statistica principale: 22,2 punti, 8,3 rimbalzi e 2 assist in 33.6 minuti di media a partita. Notevoli miglioramenti anche nel tiro dalla lunga distanza: Aldridge in 37 partite giocate ha tirato già 57 triple (34% finora) un'enormità rispetto alle passate stagioni: 20 su 56 nella passata regular season in 72 gare e addirittura 0 su 16 nella stagione 2015/2016. Nuova giovinezza anche per Manu Ginobili, che rispetto alle precedenti stagioni ha addirittura aumentato il minutaggio medio a partita. A 40 anni il nativo di Bahia Blanca sembra essere lontano dall'appendere le scarpe al chiodo. Il sodalizio sportivo con coach Pop sembra più solido che mai e i due si divertono come matti, basti infatti vedere la reazione del coach dopo l'incredibile canestro di Manu di questa notte. In un mondo come quello della NBA, sempre più dorato e commerciale, in cui i soldi a volte contano più dei giocatori, gli Spurs rimangono una bella isola felice, in cui un allenatore può rimanere 20 anni sulla stessa panchina e fare la storia dello sport senza mai andare sopra le righe. Congratulazioni coach Pop!

Commenti

Il "profeta" Danny Ainge questa volta colpisce i Memphis Grizzlies!
Cleveland avrebbe dovuto trattenere Irving a tutti i costi?