NCAA & Draft

Jordan Bohannon restituisce dignità alla NCAA, sbagliando due tiri liberi!

26.02.2018 18:18
In questi giorni di intenso freddo è bello ricordare e diffondere un gesto tanto nobile quanto difficile da compiere. Stiamo parlando di Jordan Bohannon, giocatore degli Iowa Hawkeyes. Nella notte, il giocatore dagli “occhi di falco” ha sbagliato intenzionalmente due tiri liberi. Niente di così importante e nobile, se non si pensasse al fatto che sarebbero stati il trentacinquesimo e il trentaseiesimo tiro libero messo a segno consecutivamente, superando il record di 34 tiri liberi “in a row” effettuati nel 1992 da Chris Street, ex giocatore di Iowa deceduto sfortunatamente proprio 25 anni fa in un incidente stradale.
“Avevo l’opportunità di fare questo record, romperlo e lasciare che ricordassero il mio nome. Ma non l’ho fatto perché è come se avessi sentito Chris ed è giusto che sia andata così. Quello non è il mio record, è il record che dovrà portare il suo nome.”
Sono state queste le bellissime parole del numero tre Bohannon riguardo un gesto che difficilmente sarà dimenticato nell’Iowa. L’eredità lasciata da Chris Street è stata infatti copiosa nello stato americano e da poco più di un mese la sua maglia numero 40 è stata ritirata, proprio nel giorno della sua tragica morte, 25 anni prima. Acy Earl, insegnate di Iowa nel 1993, racconta come fosse “upset” e fuori di sé quando si Accorse che, quel pomeriggio, Chris Street ancora non era arrivato in classe. Lo stesso valse per coach Tom Davis, preoccupato della potenziale assenza del giocatore nell’allenamento del 19 gennaio 1993. Entrambi si diressero verso i compagni di squadra di Chris e l’esito delle loro ricerche fu devastante. Chris era morto. Chi conosceva Chris, racconta di come fosse importante per la squadra e per l’ambiente la presenza di un giocatore e di una persona come lui, intelligente, presente nei momenti del bisogno e anche superficiale, nel senso pirandelliano del termine. Il gesto di Bohannon è stato infatti il proseguimento di una storia fatta di alti valori morali che, in una NCAA piena di scandali, evidenzia quanto ancor di buono ci sia in un sistema che in questi mesi ha mostrato il suo peggior lato (clicca qui per maggiori dettagli).

Commenti

La straordinaria evoluzione tattica di Kevin Durant
Isaiah Thomas non si dà pace e lancia una frecciatina ai Cavaliers