NCAA & Draft

Family Business 2.0: LiAngelo Ball si dichiara eleggibile al Draft 2018!

Dopo aver trascorso appena 4 mesi tra le fila del Vytautas Prienai, l’ex prospetto di UCLA ha espresso la volontà di raggiungere il fratello maggiore Lonzo Ball tra le fila dei Los Angeles Lakers

Antonello Brindisi
27.03.2018 18:22

Subito dopo aver smaltito la delusione per il mancato approdo di Lonzo Ball nella postseason 2018 (argomento a lungo esposto da LaVar Ball), la famiglia più discussa degli Stati Uniti torna prepotentemente sotto i riflettori grazie all’annuncio mediatico di LiAngelo Ball, pronto a lasciare dopo pochi mesi il campionato lituano per tentare il fatidico approdo in NBA tramite il Draft 2018. La meta designata ovviamente sono i Los Angeles Lakers (realtà che dovrebbe acquisire tra qualche anno anche il terzo prospetto, LaMelo Ball) ma i recenti screzi con il college di UCLA (subito pronto a licenziare il ragazzo dopo la breve detenzione in Cina) e il discutibile valore tecnico del campionato lituano sembrano poter infrangere le conclamate aspettative di LaVar Ball, sferrando così un duro colpo per la crescita della Big Baller Brand.

La crescita cestistica mostrata da LiAngelo Ball durante la sua breve esperienza in Europa non sembra infatti aver generato alcun ripensamento nel giudizio espresso qualche mese fa dalla stragrande maggioranza dei G.M. NBA, pronti ad azzerare le possibilità di scelta del diciannovenne americano nel Draft del 2018. Nonostante il netto miglioramento nella fase realizzativa (il giocatore ha fatto segnare con il Vytautas la media di 15.7 ppg), in particolar modo dietro l’arco dei tre punti (45% di realizzazione), il futuro in NBA del secondogenito della famiglia Ball dovrebbe essere rimandato al 2019.

Una netta bocciatura che andrebbe però a consolidare l’intesa tra LiAngelo e LaMelo Ball, pronti ad affinare il proprio connubio sul parquet in vista di una futura convivenza con il fratello maggiore (Lonzo Ball) nello starting-five dei Lakers. L’eccentrico LaVar Ball dovrebbe infatti registrare una forte battuta d’arresto nell’immediato ma in ottica futura, il business man statunitense potrebbe rafforzare ulteriormente la candidatura dei propri figli, sfruttando l’esperienza accumulata in Europa nel corso di un’intera stagione.

Classificato ad oggi come 50° shooting guard nel Draft 2018 ed attualmente 226° nella proiezione dei giocatori selezionati quest’anno, LiAngelo non sembra avere alcuna chance di successo quest’estate, pagando così a caro prezzo la mancata partecipazione alla stagione NCAA a cui era destinato fino al momento del fatidico arresto in Cina.

Vedremo se la scelta di non fornire un percorso collegiale ai propri figli riuscirà a ripagare l’azzardo compiuto da LaVar Ball lo scorso settembre. Al momento la probabile esclusione di LiAngelo dal Draft 2018 sembra punire la scelta scellerata compiuta nella veste di un padre avido di popolarità mediatica. Il difficile compito di invertire questa netta linea di pensiero spetterà quindi al talento e alla determinazione di Gelo, pronto ad affermare il proprio valore in Europa per entrare in NBA a testa alta.

Commenti

I motivi del successo dei Portland Trail Blazers
#INFERMERIA: Durant e Green sono pronti a rivitalizzare gli Warriors!