Infermeria

#INFERMERIA: I progressi di Gordon Hayward

Simone Romani
09.12.2017 12:25

Tutti ricordiamo la terribile scena che sconvolse il mondo dello sport. Nella notte di apertura della stagione NBA 2017/2018, nella partita tra Boston Celtics e Cleveland Cavaliers, Gordon Hayward, fu vittima dopo pochi minuti di un terribile infortunio. La rottura della caviglia, nettamente visibile peraltro, aveva fatto percepire, anche se mai ufficializzato, che Hayward avrebbe saltato l'intera stagione. La strada da percorrere è lunga, ma forse non così tanto. Mercoledì la moglie di Gordon Hayward, Robyn Hayward, ha pubblicato una storia su Instagram in cui si vede il marito a piedi nudi, senza l'apposito scarpone da passeggio, un supporto con il quale Gordon Hayward è in grado di muoversi. Inutile dire che la notizia ha fatto subito scalpore costringendo il coach Brad Stevens a rispondere alle domande prima della partita contro Dallas Mavericks:

"Indossa lo stivale fino ad una certa ora ogni sera, poi può toglierlo."

Questo ha detto il coach Brad Stevens aggiungendo anche:

"Quando si muove, può spostarsi con un tutore che è come uno stivale. Sta progredendo e facendo quello che è stato autorizzato a fare. Sta andando bene. Indossa ancora uno stivale quando arriva in palestra. Indossa lo stivale per gran parte della giornata."

Il giorno successivo anche Danny Ainge, General manager dei Boston Celtics, ha parlato ai microfoni chiarendo al meglio la situazione, visto che i tifosi già vedevano il giocatore in casacca #20 pronto a dire la sua.

 "Sta migliorando, può tenere lo stivale per brevi periodi di tempo. Sta andando molto bene. La sua terapia sta andando alla grande. Procede tutto nei tempi previsti. A volte svolge due allenamenti al giorno e sta cercando di diventare più forte. La fase successive è togliere definitivamente lo stivale".

La domanda che a questo punto sorge spontanea è se Gordon Hayward potesse fare un trionfale ritorno per la fine della stagione, in modo da essere a pieno regime per i playoffs, ma a riguardo Danny Ainge a preferito non sbilanciarsi aggiungendo:

"Conoscendo solo atleti professionisti, so che dentro ha la voglia di tornare più veloce di chiunque sia mai tornato da questo tipo di infortunio ... so cosa gli passa per la testa, ma non penso che dirà qualcosa su quanto velocemente vuole tornare".

Con il record di 22-4, i Boston Celtics hanno trovato il modo di sopperire alla mancanza di Gordon Hayward che rimane comunque un tassello fondamentale per la franchigia, la quale è rincorsa dai Cleveland Cavaliere che difficilmente si faranno sfuggire l'occasione di andare alle Finals per la quarta volta consecutiva. Ecco perchè se l'ex Jazz riuscisse a recuperare in tempo per il finale di stagione potrebbe diventare veramente un fattore per l'ipotetica finale di conference contro LeBron e compagnia...

Commenti

LaVar porta LiAngelo e LaMelo fuori dagli USA
#INFERMERIA: Tormentone senza fine, Derrick Rose deve operarsi?!