Miami Heat

La strana storia di Hassan Whiteside: da più pagato a problema della squadra

Il centro dei Miami Heat si è lamentato (ancora una volta) del suo scarso impiego, ma le ragioni sembrano stare dalla parte di coach Spoelstra.

Alessio Bonavoglia
25.04.2018 16:26

La stagione dei Miami Heat si è conclusa dopo la sconfitta arrivata nella notte contro i Philadelphia 76ers, che hanno staccato il pass per le Semifinali di Conference grazie ad una serie giocata ad alti livelli e vinta per 4-1. La fine della stagione degli Heat forse farà tirare un sospiro di sollievo ad Hassan Whiteside, mai veramente sereno durante quest’annata, a causa dell’impiego ridotto che coach Spoelstra gli ha riservato.

Il centro del North Carolina ha più volte, in passato, contestato le scelte del suo allenatore; la stessa cosa ha fatto al termine di questa serie di Playoffs.

"Almeno datemi una chance per lottare! Se avessi giocato male per 30 minuti, avrei anche potuto capire. Almeno datemi la possibilità."

Queste le parole che secondo The Sun’s Sentinel, Whiteside ha pronunciato a fine partita. Nelle cinque partite disputate contro la squadra di Embiid e Simmons, il numero 21 ha fatto registrare in media 5,2 punti, 6,0 rimbalzi e 1,2 stoppate in appena 15,4 minuti per gara. Solo in Gara 4 ha offerto una prestazione degna di nota, con 13 punti e 13 rimbalzi in 26 minuti. Per il resto, una serie giocata nell’anonimato; cerchiamo di capirne i motivi.

La prima cosa che dobbiamo ricordare è che il suo scarso minutaggio non permette una validità perfetta delle statistiche avanzate, ma senz'altro dà un'indicazione. Qualsiasi dato avanzato che ci narra il suo impatto sulla serie è negativo. Volete qualche esempio? Eccoli qua: OBPM (Offensive Box Plus/Minus) a -11.6 mentre il DBPM (Defensive Box Plus/Minus) a un misero +1.9. Questo significa che quando è in campo, la squadra fatica tantissimo in attacco e nemmeno il suo apporto difensivo (principalmente sotto il tabellone) aiuta più di tanto.

Inoltre su 100 possessi perde ben 31.8 palloni!! Numeri esorbitanti per un lungo come lui che dovrebbe fare dell'efficacia il suo cavallo di battaglia. La conseguenza evidente è che con lui in campo la squadra perde. E i numeri ancora una volta ci vengono in aiuto: WS significa Win Shares, ovvero quanto contribuisce un giocatore alla vittoria della squadra. Indovinate un po', anche in questo caso Whiteside ha un pessimo punteggio, addirittura negativo (-0.1).

Alcuni potrebbero contestare i numeri sovracitati ma, chiunque abbia guardato anche un minuto della serie Miami-Philadelphia, capirà quanto questi sono importanti. Se vogliamo entrare nello specifico del gioco, è evidente come abbia problemi soprattutto nella metà campo difensiva, considerata peraltro il suo punto forte. Non riesce mai a seguire Embiid lontano dal canestro e se lo fa, viene subito punito dagli avversari.

In particolare, manca completamente di comunicazione con i compagni e spesso non coglie bene i movimenti fatti intorno ai vari blocchi, perdendo così il suo uomo. Sottolineamo questi aspetti perché è evidente che, come tipo di giocatore, è prettamente difensivo. E' quindi accettabile che perda qualche pallone in attacco (anche se rimangono numeri altissimi), ma nell'altra metà campo non può risultare così disattento. L'energia che porta in campo è praticamente scemata in questa serie, in parte magari per la poca fiducia riposta in lui da Erik Spoelstra.

Dunque il dilemma è chiaro, visti i 98 milioni di dollari che gli Heat pagheranno ad Hassan, non è forse il caso di pensare ad uno scambio che porti a Miami qualche altro giocatore da sistema, che tanto piacerebbe a coach Spoelstra? Tutto ciò farebbe anche bene al giocatore, che probabilmente ha bisogno di nuovi stimoli, difficilmente rintracciabili nella sua squadra attuale. La voglia di ribalta è sicuramente tanta, ma non sorprendiamoci se Pat Riley in estate dovesse proporre Whiteside qua e là per gli Stati Uniti.

Commenti

Washington Wizards, il segreto del successo è un gruppo ritrovato
Rajon Rondo, la moneta di Giano di New Orleans!