Infermeria

Codice rosso Cleveland: l'assenza di Love scombina i piani dei Cavs!

LeBron James dovrà fare a meno del suo scudiero Kevin Love, out in gara 7 per una commozione cerebrale.

Andrea Valiani
27.05.2018 15:34

Questa notte al TD Garden si deciderà la prima delle due Finali di Conference in una gara 7 tanto attesa quanto colma di tensione. Gli ospiti però partono già con uno svantaggio evidente, poiché Kevin Love non sarà della partita, essendo entrato nel rigido protocollo NBA anti commozioni. La botta rimediata ad inizio gara 6 nel contatto con Jayson Tatum costa tanto all'ex T-Wolves, ma anche ai compagni che dovranno affrontare un match "Win Or Go Home" senza di lui.

Cleveland ha sicuramente bisogno di un miracolo per sbancare l'unico palazzetto (assieme a quello dei Bucks) che non ha conosciuto una sconfitta in questi playoffs. Miracolo in Ohio fa spesso rima con LeBron James, il quale però ha speso tantissimo nelle scorse partite per salvare i suoi dall'eliminazione. Certo è che nessuno vuole scommettere contro il Re, ma sarà necessario un passo in avanti da parte di alcuni dei compagni.

Teoricamente dovrebbe essere Jeff Green a sostituire Love nel quintetto, così come accaduto nel secondo tempo di gara 6. L'ala ex Memphis ha le carte in regola per stupire, ma soprattutto per portare acqua al suo mulino con dei canestri che non coinvolgono per forza LeBron James. Sicuramente avrà qualche minuto in più anche Larry Nance Jr., il quale però è visto più come una riserva di Tristan Thompson.

Fra gli altri, bisogna sottolineare che George Hill ha preso in mano l'eredità di Love in fase offensiva: i suoi 20 punti nella vittoria di due giorni fa sono stati neccessari giocando da "secondo violino" e i Cavs ne avranno bisogno anche questa notte. Di parole ne abbiamo dette tante in questi giorni, ma adesso è tempo di dare spazio ai fatti per l'ultima volta nella Eastern Conference: Win Or Go Home!

Commenti

Keyon Dooling convince la NBPA: ecco il Mental Wellness Program!
Per un pugno di voti: il futuro di Klay Thompson e Anthony Davis!