Ovest

#INFERMERIA: Jokic ed i Nuggets dovranno fare a meno di Paul Millsap

22.11.2017 12:49
Quando finalmente, dopo numerose stagioni negative sembrava che le cose a Denver andassero per il verso giusto, ecco arrivare il più classico dei colpi di sfortuna: Paul Millsap starà fuori almeno fino a febbraio a causa di una lesione al legamento del polso sinistro. Il lungo dei Nuggets dovrà sottoporsi nei prossimi giorni ad un intervento chirurgico per risolvere il problema. I tempi di recupero al momento non sono ancora precisamente stabiliti, come ha confermato anche l'assistant coach Wes Unseld:
"Non so nulla riguardo i tempi di recupero del giocatore".
Davvero un brutto colpo per i Nuggets, che in estate avevano firmato l'ex Atlanta Hawks a 90 milioni di dollari per tre anni, ritenendolo il giocatore ideale da affiancare a Nikola Jokic. In questo scorcio di stagione i due lunghi avevano ben impressionato assieme, dimostrando una buona intesa. Millsap stava viaggiando a medie di tutto rispetto: 15.3 punti, 6.2 rimbalzi e 3.1 assist in 29.7 minuti di media a partita. Da dietro l'arco non stava certamente sfigurando, finora 34.5%, che paragonati al suo 32% in carriera, voleva dire un sensibile miglioramento. Dal campo e dai liberi invece stava leggermente faticando: 44.6% e 69.2% dalla linea della carità; anche se i 3 liberi di fila realizzati contro Miami a 10 secondi dalla fine, sotto di 2 punti, confermano che in quanto a personalità non sia secondo a nessuno. Denver in questi mesi dovrà essere abile a non perdere la piazza che finora si era meritatamente guadagnata. Il record (10-7), per il momento, li classificherebbe ai playoffs con il sesto posto, ma non essendo nemmeno a fine novembre la classifica è più che relativa. Ora coach Malone dovrà essere bravo a sopperire alla mancanza della sua stella principale. Le scelte a sua disposizione sono due: o sostituire Millsap in quintetto con uno tra Faried e Plumlee, oppure avanzare Wilson Chandler in posizione di ala grande e far partire Will Barton come numero 3 fin dall'inizio. La seconda opzione sembra molto più probabile visto che, nell'ultima partita contro Sacramento, Barton è stato il top scorrer della partita chiudendo con 25 punti, a cui ha aggiunto 6 rimbalzi e 5 assist. Per questo motivo Malone dovrebbe continuare a schierarlo nella starting lineup anche nelle prossime partite.

Commenti

Rodney Hood si candida al premio di miglior sesto uomo dell'anno!
"KD saresti disposto a ritirarti con la maglia degli Oklahoma City Thunder?"