News

Miami Heat: saranno loro la sorpresa della stagione ?

14.10.2017 21:02
Di tutte le cose accadute nella passata regular season, la rimonta dei Miami Heat dall'ultimo posto della Eastern Conference al nono è stata una delle più elettrizzanti. La squadra di coach Spoelstra infatti, dopo aver iniziato la stagione con un disastroso record di 11 vinte e 30 sconfitte, ha inanellato vittorie su vittorie (con un parziale di 12 consecutive) chiudendo la stagione con il 50% di match vinti. Mai nella storia una squadra partita così male era riuscita a chiudere la stagione con un record talmente positivo. Proprio da questi ultimi mesi di successi ripartiranno i nuovi Miami Heat. La squadra in estate è riuscita a mantenere i giocatori chiave e ad aggiungere al proprio roster un paio di buoni elementi. Da Boston è arrivato Kelly Olynyk, giocatore determinante per il cammino dei biancoverdi negli ultimi Playoffs, grazie alla straordinaria prestazione offerta durante gara7 delle semifinali di Conference giocate contro Washington (26 punti in uscita dalla panchina), mentre al Draft è stato selezionato Bam Adebayo, centro classe 1997, uscito da Kentuky University. Di lui finora si è parlato un gran bene, soprattutto per le sue grandi capacità difensive. La leadership del gruppo rimarrà nelle mani del "solito" Goran Dragic. Lo sloveno ha disputato un eccellente europeo, conquistando una tanto meritata quanto sorprendente vittoria e confermandosi come uno dei migliori giocatori del "vecchio continente". Assieme a lui nel reparto guardie troveremo Dion Waiters, giocatore di grande talento che dopo diverse stagioni all'insegna della discontinuità, sembra aver trovato finalmente quella solidità mentale mai raggiunta a pieno prima dell'arrivo a South Beach. Nella scorsa annata tra i due ci fu una grande intesa, tant'è che proprio Waiters ribattezzò la coppia "seven-eleven", in onore alla catena di negozi aperta ad orario continuato, gioco di parole per enfatizzare la grande quantità di tiri presa dalle due guardie. Importante anche la conferma di James Johnson, che in estate ha firmato un quadriennale da 60 milioni di dollari. La stagione scorsa per lui è stata senz'altro la migliore della sua carriera, con 12.8 punti e 3.6 assit di media, oltre a tante giocate di grande intuito e personalità. Se continuerà a divertirsi così, aspettiamoci grandi cose da lui. Nella posizione di centro troviamo una solida conferma: Hassan Whiteside, giocatore dominante fisicamente ma con intemperanze caratteriali da risolvere al più presto. Spoelstra ritroverà anche Justise Winslow dopo il grave infortunio dell'anno scorso. Il giovane tornerà a disposizione dopo essersi sottoposto ad un intervento chirurgico per risolvere un problema alla spalla destra. Dalla panchina usciranno Wayne Ellington, una delle grandi sorprese della scorsa stagione e l'atletico Tayler Johnson. Ancora un anno di contratto per Udonis Haslem, vera e propria bandiera della franchigia. Per lui si tratta della quattordicesima stagione tra le fila degli Heat. Miami appare quindi più che attrezzata per conquistarsi una piazza ai Playoffs. L'obbiettivo è continuare a stupire, sfruttando l'onda dell'entusiasmo per provare a raggiungere la miglior posizione possibile nella griglia di partenza della postseason: verosimilmente il quinto o addirittura il quarto spot . Saranno i ragazzi di coach Spoelstra i veri "underdog" della Eastern Conference?

Commenti

Le percentuali di vittorie delle franchigie della Western Conference 2017/18
UFFICIALE: Missione compiuta per Cleveland, Jefferson e Felder passano agli Hawks