Detroit Pistons

Detroit trova il suo nuovo allenatore: sarà Dwane Casey!

Dwane Casey ha accettato l'offerta dei Pistons, diventando così il nuovo head coach dell'era post Van Gundy.

Riccardo Poletto
11.06.2018 18:13

E' stato di gran lunga il coach più discusso nel finale di stagione, e ora ha trovato una nuova franchigia: Dwane Casey, ex allenatore dei Toronto Raptors, ha accettato il quinquennale offertogli dai Detroit Pistons (per ESPN).

Casey era stato individuato dalla franchigia come l'obiettivo primario, e proprio per questo la società è stata una delle più decise tra tutte quelle che stavano corteggiando l'ex Raptors. Nel mattino di lunedì, quindi, il proprietario Tom Gores ha chiuso la trattativa, portando così Casey nella Motor City al fine di centrare l'obiettivo playoffs nella prossima stagione.

Nell'ultimo periodo è sembrato chiaro che lo scopo della società era di rivoluzionare la franchigia, impressione che è stata confermata anche dall'allontanamento di Stan Van Gundy a favore di Stefanski come presidente. La priorità nella prossima stagione sarà dunque costruire un buon roster attorno all'ultimo arrivato nonché stella della società, Blake Griffin.

I presupposti ci sono tutti, dato che Casey è reduce dalla miglio regular season della sua carriera con i Raptors: il bilancio è stato certamente positivo, con 59 vittorie (record di franchigia) e il primo posto nella Eastern Conference centrato, successi che potrebbero consentirgli di conquistare il premio di Coach of the Year. Nonostante questo, Dwane Casey è stato esonerato dopo lo sweep subito dai Cleveland Cavaliers nelle semifinali di playoffs.

Quest'ultima macchia nella carriera del coach, però, non toglie ciò che ha fatto di buono: in 7 stagioni, Casey ha raggiunto 5 volte la post-season, e nelle ultime tre stagioni ha sempre raggiunto almeno le 50 vittorie. I Detroit Pistons si augurano che questo possa accadere per la quarta volta di fila, riponendo nel proprio nuovo head coach molta fiducia, oltre che il futuro prossimo della squadra.

 

Commenti

LeBron James perde le staffe con i compagni. Sarà addio?
TIMEOUT | Gerald Green: l'assassino dalle nove dita