Philadelphia 76ers

Il nuovo ruolo di Markelle Fultz

24.11.2017 19:51
Non ci sono ancora notizie sicure sul rientro in campo di Markelle Fultz, l'unica cosa certa è che per riammirare il prodotto ex Washington dovremo aspettare almeno altre tre settimane. Nella giornata di domenica la guardia dei 76ers è stata visitata dal dottore Ben Kilber, direttore medico presso il Lexington Clinic Sports Medicine Center in Lexington, nel Kentucky, per valutare i problemi alla spalla che lo tengono ai box da oramai quasi un mese. Le notizie al momento sono cautamente positive, Markelle prova molto meno dolore rispetto ad inizio stagione e l'equilbrio muscolare sta notevolmente migliorando. Le sue condizioni dovranno comunque essere rivalutate nel giro delle prossime settimane, per capire se il rookie potrà riprendere ad allenarsi anche con il pallone o toccherà pazientare ancora per un po'. Intanto da Philadelphia giungono indiscrezioni interessanti su quale potrebbe essere il suo ruolo all'interno della squadra una volta tornato in campo. Visto il momento positivo dei suoi ragazzi, il record positivo e la sesta piazza nella Eastern conference, coach Brett Brown appare poco convinto di riaffidare fin da subito il ruolo di play titolare a Fultz. Nelle ultime gare il ruolo di regista della squadra è stato affidato a Ben Simmons, che finora si è dimostrato un autentico fuoriclasse, come testimoniano anche le statistiche: 18.5 punti, 9.1 rimbalzi e 7.7 assist in 35.1 minuti di media a partita. Vista l'impossibilità di scalzare Simmons dal ruolo di play e la difficoltà a rinunciare a due ottimi tiratori come Covington e Redick, è molto probabile che al suo rientro Fultz possa uscire dalla panchina, come leader del secondo quintetto. Pensare che una prima scelta assoluta di un draft possa essere relegato ad un ruolo da panchinaro può far sorridere, ma, considerando la giovanissima età di Fultz e i suoi recenti problemi fisici, non appare certamente una pessima idea quella di testare le sue condizioni fisiche prima di ripromuoverlo a titolare. Finora la stagione dei Sixers è stata davvero positiva, l'ambiente appare carico di aspettative ed Embiid e Simmons nonostante la giovanissima età appaiono già 2 stelle assolute dell'intero scenario NBA. Fultz, finora, è stato  l'unico punto interrogativo di questo scorcio di stagione, ma visto l'ottimo andamento delle cose, la necessità primaria è che il giovane recuperi al 100% la condizione atletica e ripristini quella meccanica di tiro che aveva dovuto modificare proprio a causa del problema alla spalla. La sensazione è che per vedere un Fultz al 100% toccherà aspettare ancora diverso tempo, ma a Philadelphia, come hanno dimostrato negli ultimi anni, non hanno paura di farsi aspettare.

Commenti

Rodney Hood si candida al premio di miglior sesto uomo dell'anno!
Gregg Popovich: "Non ho mai visto un infortunio come quello di Leonard!"