San Antonio Spurs

Kawhi Leonard: è subito record!

16.12.2017 18:17
Un record che rappresenta non solo la grandezza di un giocatore, ma anche la magnificenza di uno dei team NBA più vincenti e prolifici di sempre, capace di costruire una dinastia per se stessi, ma sicuramente un qualcosa di molto più importante per il basket giocato. I riferimenti non possono che essere riferiti alla franchigia del Texas, i San Antonio Spurs, ma in particolare a Kawhi "Kawow" Leonard che già poco dopo il suo attesissimo rientro, ha fatto parlare di sé, proprio grazie ad un record in cui primeggia. Il rapporto vittorie-sconfitte del numero due dei neroargento nelle prime 400 partite NBA è infatti il migliore di sempre grazie a 304 vittorie e 96 sconfitte, con una percentuale maggiore al 75%, spodestando nella classifica il GM dei Celtics, Danny Ainge, che aveva registrato 302 vittorie e 98 sconfitte. Kawhi Leonard è senz'altro un giocatore fenomenale, un esemplare di cui se ne sono visti davvero pochi nella storia della NBA perché una capacità difensiva di quel tipo, unita a grandi doti fisiche che il destino gli ha riservato è qualcosa di assolutamente raro se si pensa anche alla sua crescita esponenziale dal punto di vista offensivo nel passare delle stagioni. Nella stagione da rookie infatti, Leonard viaggiava a 7.9 punti, 5.3 rimbalzi e 1.2 assist per partita in 24 minuti, mentre lo scorso anno il prodotto di San Diego State, nella sua migliore stagione a livello individuale, ha registrato 25.5 punti, 3.5 assist e 5.8 rimbalzi ad allacciata di scarpe. Ridurre però il record di Kawhi Leonard ad una questione esclusivamente individuale sarebbe però assolutamente oltraggioso. Il raggiungimento di questo è infatti dovuto  solamente a quella che è stata la presenza di Leggende nel Team, in cui The Hand milita, come Tim Duncan, Boris Diaw, ma anche gli stessi Parker e Ginobili che hanno reso le idee del Generale Pop una fantastica realtà. Adesso però Gregg Popovich può finalmente godersi, anche se con un minutaggio limitato, il numero due che farà sicuramente parlare di sé nel corso della stagione, e non solamente di un semplice record.

Commenti

Il passato bussa sempre alla tua porta: Carmelo Anthony sfida i Knicks!
Kyrie Irving: solo le sconfitte fomentano l'ossessione della vittoria