Ufficialità

UFFICIALE: I Rockets mettono sotto contratto altri due veterani

Emanuele
11.02.2018 12:04
Quando i Sacramento Kings hanno ricevuto Joe Johnson dagli Utah Jazz nella mega trade con i Cleveland Cavaliers (clicca qui), il taglio di JJ era praticamente cosa già fatta. Fuori dalla zona playoffs e nel pieno del processo di ricostruzione, per i Kings non c'era motivo di tenerlo "legato" all'interno del proprio roster. Ottenuto il buyout dunque Johnson, che in 32 partite con Utah quest'anno ha avuto medie di 7.3 punti e 3.3 rimbalzi a partita in 21.9 minuti di gioco, ha firmato un contratto al minimo per i veterani con gli Houston Rockets. Stessa sorte per Brandan Wright, liberato dai Memphis Grizzlies, che porterà le sue medie di 5.0 punti e 3.4 rimbalzi in 13.6 minuti a notte alla corte di coach Mike D'Antoni. Insomma per Johnson e Wright si sono spalancate le porte della postseason, dopo aver iniziato la stagione con due franchigie che attualmente risiedono nei bassifondi della Western Conference. Fino a questo punto della stagione la franchigia texana ha totalizzato 41 vittorie e 13 sconfitte ed è riuscita ad assicurarsi i "servizi" di tre veterani senza dover rinunciare ad una singola risorsa presente sul salary cap. Infatti oltre ai nuovi arrivati JJ e Wright, i Rockets il 28 dicembre scorso hanno firmato anche Gerald Green e, a seguito delle sue superbe prestazioni in uscita dalla panchina (27 punti contro Orlando il 4 gennaio scorso e 29 il giorno dopo contro i Golden State Warriors) hanno deciso di tagliare Bobby Brown proprio per far posto a colui che nel 2008 fece una sola apparizione con la maglia di Houston. Proprio Bobby Brown era stato poi ripescato venerdì allungandogli il contratto fino al termine della stagione, ma come riferisce l'esperto di mercato Adrian Wojnarowski anche questa volta sarà lui a fare le spese dell'arrivo di Joe Johnson, a cui coach D'Antoni concederà pochi minuti sul parquet inserendolo nelle rotazioni in cui sono presenti anche Trevor Ariza, PJ Tucker, Luc Richard Mbah a Moute, Ryan Anderson e Green. Ma come sottolineato da Alex Kennedy di HoopsHype l'acquisto di JJ potrebbe rappresentare un valore aggiunto non tanto in campo quanto negli spogliatoi:
"Chiunque prende Joe per la corsa ai playoffs è un vincente. La gente non sa neppure lontanamente quanto è importante all'interno della locker room. E' uno dei giocatori più intelligenti che abbia mai visto e avrà un enorme impatto in qualsiasi squadra si andrà ad unire".
Per quanto riguarda invece l'altro acquisto Wright dividerà il tempo a disposizione con Nene Hilario, riserva del centro titolare Clint Capela e grazie alla sua esperienza potrebbe dare un contributo sorprendente, considerando anche le situazioni in pick-and-roll e le straordinarie abilità di passatori di Chris Paul e James Harden.

Commenti

Utah Jazz all'arrembaggio!
I Cleveland Cavaliers annunciano la nuova starting lineup