Ovest

Tutti contro Zaza Pachulia!

Emanuele
25.02.2018 19:14
Non avevamo dubbi che il big match della notte tra i Golden State Warriors e gli Oklahoma City Thunder avrebbe regalato degli spunti interessanti su cui discutere, considerando anche che la squadra di Russell Westbrook in questa stagione regolare era in vantaggio 2-1 negli scontri diretti contro i campioni in carica della NBA. Ma nessuno si sarebbe aspettato un altro "caso" scatenato da Zaza Pachulia. Il centro georgiano verso la fine del terzo periodo di gioco è franato addosso a Westbrook, dopo che quest'ultimo era venuto a contatto con Nick Young, generando un certo fastidio al giocatore dei Thunder, ma anche a tutto l'ambiente NBA. Molti infatti hanno accusato Pachulia di essere caduto volontariamente sull'MVP della lega.
"Mi è venuto addosso volontariamente, cercando di farmi del male. Zaza è un giocatore sporco!".
Nel postpartita Russell Westbrook non le ha mandate di certo a dire al giocatore degli Warriors andandoci giù pesante con le parole. Ma come detto la stella di OKC non è l'unico giocatore ad aver puntato il dito contro Pachulia accusandolo di comportamenti non proprio regolari sul paquet. Tutto infatti nasce dai precedenti che il centro veterano ha avuto con altri giocatori della lega. Su tutti lo scontro con Kawhi Leonard nei playoffs della passata stagione, che fece chiudere in anticipo la postseason al giocatore degli Spurs (infortunio alla caviglia) e fece scatenare la rabbia di Gregg Popovich che si scagliò duramente contro Pachulia per aver messo volontariamente fuori dai giochi Kawhi Leonard.
"Conoscete tutti Zaza e i suoi precedenti. Nessuno lo ha spinto e fatto cadere. Lui è caduto di proposito. Questo è Zaza e gioca così. Alla fine farà male a molti altri ragazzi".
Oltre a Paul George a prendere le difese di Westbrook sono stati anche la star dei Boston Celtics Kyrie Irving e quella dei Portland Trail Blazers Damian Lillard, che si sono avventati contro il "gioco sporco" di Pachulia, sottolineando tramite i social come la NBA dovrebbe prendere dei seri provvedimenti:
"La lega dovrebbe dare un'occhiata a quest'uomo. è semplicemente ridicolo".
Tuttavia rivedendo l'azione al rallentatore possiamo osservare come Westbrook e Nick Young si scontrano in aria e cadono sul parquet, con la gamba di Pachulia che resta intrappolata tra le gambe di Russell e quelle di Young causando la caduta "accidentale" e dunque non volontaria di Pachulia. Forse le pesanti parole di Westbrook sono state dettate più dalla frustrazione della sconfitta e della sua pessima prestazione (112-80 il punteggio finale, con 15 punti, 12 rimbalzi, 7 assist, 2 palle recuperate, con solo il 4/15 dal campo), che dal reale gesto del numero 27 di Golden State. Ma come spiegare la pessima reputazione che ormai Zaza Pachulia ha creato intorno a sè? Gli unici suoi amici sembrano essere soltanto quelli presenti all'interno della sua locker room. A questo punto siamo tutti curiosi di sapere da che parte si schiererà la NBA...

Commenti

Chicago Bulls: scocca l'ora di Bobby Portis!
Isaiah Thomas non si dà pace e lancia una frecciatina ai Cavaliers