NCAA & Draft

North Carolina evita la pesante accusa di frode ma lo scandalo NCAA continua!

I Tar Heels sono riusciti a professare la loro innocenza ma un'ombra si abbatte sul panorama della NCAA

Antonello Brindisi
14.10.2017 03:44

Nel corso della giornata appena terminata, come già preannunciato dal FBIil capogiurisdizione del COI (Committee on Infractions) e commissario del SEC (South-Eastern Conference) Greg Sankey ha comunicato i nuovi sviluppi sul grave scandalo NCAA, svelando il verdetto del "caso North Carolina": vero e proprio "vaso di pandora" dell'inchiesta.

Le indagini sono infatti iniziate più di quattro anni fa, nell'intento di fare chiarezza sulla possibile frode delle "paper courses": dei veri e propri corsi di formazione usati dall'Università di North Carolina per reclutare irregolarmente, secondo le accuse, giovani atleti africani e afro americani.  Nello specifico infatti, l'ente commissariato è il Department of African and Afro-American Studies (AFAM) mentre gli indagati sono il direttore Julyus Nyang'oro e un membro dello staff in particolare, Deborah Crowder. Entrambi si sono inoltre rifiutati di collaborare con il COI, facendo così partire un'inchiesta "a tappeto" dell'ente di sorveglianza della NCAA sul prestigioso College incriminato.

Dall'indagine è emerso che più di 3.100 studenti tra il 1993 e il 2011, di cui almeno la metà giovani atleti, hanno usufruito di queste "paper courses" per rimanere (apparentemente) conformi alle regole imposte dal sistema studentesco. Numeri pazzeschi e impensabili che, di conseguenza, hanno quindi dato vita al più grande scandalo della storia della NCAA. L'inchiesta è ben lontana dall'essere terminata e, come già annunciato dalla stessa National Collegiate Athletic Association, ci saranno presto nuovi sviluppi riguardanti l'intero apparato collegiale americano.

L'accusa di frode non è ricaduta infatti solo sui Tar Heels ma sull'intero sistema sportivo di North Carolina, come testimoniato dall'udienza congiunta di Roy Williams (storico coach dei Tar Heels), Sylvia Hatcell (head coach dei Wolfpack, la squadra femminile di NC State), Bubba Cunningham (direttore atletico del College) e Carol Folt (cancelliere di North Carolina) tenutasi nell'agosto scorso. D'altronde il regolamento della NCAA è molto chiaro a riguardo e prevede pesanti sanzioni: dalle penalizzazioni inflitte alla squadra durante la stagione in corso fino ad arrivare, nei casi più gravi, all'esclusione dal campionato e alla revoca di eventuali titoli conquistati nel suddetto periodo.

Bisogna quindi sottolineare che tutto il sistema collegiale di North Carolina è stato assolto dall'accusa di frode, in quanto non si può accertare che le "paper courses" utilizzate dal College nel periodo incriminato fossero irregolari rispetto ai canoni NCAA: il regolamento della lega concede ai College la possibilità di poter agire autonomamente sulla valutazione studentesca dei singoli elementi, negando quindi alla NCAA l'autorità necessaria per poter intervenire in merito alla vicenda.

I Tar Heels vedono così salvi tutti i titoli fino ad'ora conquistati. Si tratta di un grande risultato per il College che, fatta eccezione per la vittoria ottenuta nel 2017 (quindi estranea all'arco temporale preso in considerazione dall'indagine), correva il rischio di veder svanire i successi del 1993, 2005 e 2009, tutti passibili di revoca. Pena evitata anche per Deborah Crowder, rimasta però in attesa di giudizio per la mancata collaborazione, mentre il presidente dell' AFAC, Julyus Nyang'oro, ha pagato "il prezzo più alto" di tutti gli imputati con l'interdizione dalla propria carica fino al 2022 a causa della mancata collaborazione con il SEC.

La notizia dell'assoluzione dell'Università di North Carolina non ha affatto sorpreso Greg Sankey, il quale ha manifestato tutta la propria insoddisfazione per l'accaduto e la volontà di perseguire sulla strada intrapresa per portare a conclusione l'intera inchiesta. Aspettiamoci dunque nuove scottanti rivelazioni in futuro, con la speranza che questo scandalo, per quanto grande possa risultare, non lasci un segno indelebile sulla cultura sportiva dei College Americani.

Commenti

Le strabilianti statistiche nel tiro da 3 punti di Steph Curry
UFFICIALE: Missione compiuta per Cleveland, Jefferson e Felder passano agli Hawks