Rubriche

Lo sapevi che... Manute Bol (forse) ha ingannato tutti?

23.11.2017 15:05
Vi ricordate di Manute Bol, il "centrone" sudanese di 231 centimetri che ha vestito le canotte di Heat, 76ers e Warriors a cavallo tra gli anni '80 e '90? Molti lo conosceranno per la sua statura imponente che lo ha reso noto come uno dei giocatori più alti che sia mai passato per la NBA. D'altronde l'altezza per Bol non è mai stata un problema: si racconta che a 15 anni fosse già 2 metri e 3 centimetri, un prodigio della natura insomma. Un po' meno fortunato, invece, è stato il suo rapporto con l'Africa. Mentre si trovava lì per un viaggio umanitario, infatti, contrasse la sindrome di Stevens-Johnson che gli tolse la vita il 19 giugno del 2010, ad appena 47 anni. Tuttavia qualcuno avrebbe da ridire su quest'ultimo dato. Intendiamoci, Bol è veramente morto nel 2010, potete starne certi; un po' meno sicuro, però, è il fatto che avesse effettivamente 47 anni. La rivelazione, che se confermata avrebbe del clamoroso, arriva direttamente da Kevin Mackey, l'ex coach di Cleveland State che ha il merito di aver portato Bol negli States.
“Aveva probabilmente 40 o 50 anni quando giocava in NBA, anche se non c'è certezza. Quando l'ho conosciuto lui non sapeva quanti anni avesse e nessun altro lo sapeva per certo”
Ha dichiarato Mackey, aggiungendo anche che all'epoca riuscì a trattare con l'ufficio immigrazione per registrare una data fasulla, quel 16 ottobre 1962 che sarà poi per tutti la data di nascita di Manute Bol, almeno fino ad oggi. Che questa storia sia vera o meno a questo punto importa poco o niente. Ammettendo che Bol abbia effettivamente mentito sulla sua età al momento del suo approdo in USA, infatti, questo non cancellerebbe comunque la carriera di questo straordinario giocatore, capace di detenere ancora, a distanza di anni, il record di stoppate in un tempo (11) e in un quarto (8). Anzi, se i sospetti sulla sua età venissero confermati i suoi numeri sarebbero ancor di più impressionanti perché realizzati in un'età più che avanzata per un giocatore di basket. Duncan, Ginobili e ora (forse) anche Manute Bol, cara NBA: old players do it better!

Commenti

Rodney Hood si candida al premio di miglior sesto uomo dell'anno!
John Wall a caccia dell'incredibile record di Michael Jordan