Ufficialità

UFFICIALE: Nuovo rinforzo per i Portland Trail Blazers grazie al two-way contract

La franchigia dell'Oregon rafforza il proprio roster in vista del finale di stagione

Matteo Panzettini
13.03.2018 23:46

Quest'anno i Portland Trail Blazers hanno deciso di fare sul serio, di non accontentarsi. A seguito di 10 vittorie consecutive, la migliore striscia vincente dell'intera lega, la franchigia proveniente dall'Oregon ha deciso di alzare ulteriormente l'asticella e puntare a qualcosa di più che una "semplice" apparizione alla prossima postseason, allungando il proprio roster.

Nella giornata di ieri, come confermato dal noto giornalista Adrian Wojnarowski, la squadra ha messo sotto contratto per le restanti partite della stagione il playmaker Wade Baldwin. Il giocatore classe 1996 prenderà il minimo salariale consentito dalle norme NBA, ed andrà ad occupare l'ultimo posto disponibile nel roster della squadra. In precedenza il giovane era in una situazione di Two-way contractla franchigia deteneva i diritti sul giocatore, ma questi poteva rimanere in NBA al massimo per 45 giorni, poichè al termine del periodo sarebbe dovuto ritornare in G-League.

Baldwin venne scelto al draft del 2016 dai Memphis Grizzlies, con la diciassettesima scelta, ed ha disputato 33 partite con la franchigia del Tennessee, non avendo però un grande impatto sulla squadra.

Nella stagione precedente, in aggiunta al periodo che va da ottobre 2017 ad oggi, il giovane playmaker ha speso la maggior parte del tempo e delle partite in G-League: da qui sorge la prima e più importante domanda, ovvero se e come sarà pronto ad affrontare l'enorme divario tra il campionato minore e la NBA. Solo il tempo saprà fornire a noi e a coach Terry Stotts delle risposte.

Il principale punto di forza del ragazzo è senza ombra di dubbio il tiro dal mid-rangedurante la stagione con i Grizzlies ha dimostrato di essere in grado di crearsi un buon tiro dal palleggio, dal quale deriva un buon controllo del pallone, qualità necessaria per un playmaker. In quanto al tiro oltre l'arco dei tre punti le statistiche parlano da sole: 13.6%. In un'epoca come questa il tiro da 3 punti assume importanza sempre maggiore, ed avere in campo un giocatore con una così infima percentuale non può che portare svantaggi.

Il compito di Baldwin sarà di portare punti ed energia dalla panchina, durante i pochi minuti in cui nè Lillard e nè McCollum saranno in campo. L'intento dei Blazers è arrivare al periodo playoffs con le proprie stelle che hanno tirato il fiato il più possibile, poichè solamente in questo modo la franchigia potrebbe avere delle serie possibilità di non fare soltanto una "passerella".

Commenti

Il filo sottile che lega Iverson ad Embiid e Simmons: la sfrontatezza e le Finals?
San Antonio fuori dai playoffs: fermi tutti arriva Kawhi Leonard!