Ufficialità

UFFICIALE: La rivoluzione di Cleveland: Rodney Hood e George Hill!

Antonello Brindisi
08.02.2018 19:17
In queste ultime ore di mercato, la dirigenza dei Cavaliers continua ad inanellare un colpo di scena dietro l'altro, con l'intento di rivoluzionare il proprio roster e dare così vita alla giusta scintilla capace di ravvivare la stagione incolore disputata sin qui dai propri uomini. Dopo la recente trade che ha spedito Isaiah Thomas e Channing Frye alla corte dei Lakers (Jordan Clarkson e Larry Nance Jr. hanno raggiunto invece la franchigia dell'Ohio) (per maggiori dettagli clicca qui), anche Derrick Rose e Jae Crowder concludono la loro breve esperienza tra le fila dei Wine & Gold, pagando amaramente il grave periodo d'involuzione degli uomini a disposizione di coach Tyronn Lue (tecnico confermato recentemente alla guida dei Cavs, clicca qui per maggiori dettagli). Il G.M. Koby Altoman compie così un vero e proprio "ribaltamento di fronte" grazie al maxi-scambio che ha coinvolto ben tre realtà NBA: i già citati Cavaliers, i Sacramento Kings e gli Utah Jazz. Il triangolo di mercato che si è venuto a creare ha quindi spedito a Salt Lake City sia Derrick Rose (9.8 ppg, 1.8 rpg, 1.6 apg) che Jae Crowder (8.6 ppg, 3.3 rpg, 1.1 apg), consegnando il talento ancora latente di Rodney Hood (16.8 ppg, 2.8 rpg, 1.7 apg) alla corte del Re. Il rinnovato backcourt di Cleveland è stato successivamente completato dall'innesto di George Hill (10.3 ppg, 2.7 rpg, 2.8 apg), esperta point-guard in arrivo dai Sacramento Kings. La franchigia californiana ha quindi chiuso il cerchio della trattativa, ricevendo i contratti di Iman Shumpert (4.4 ppg, 2.9 rpg, 1.2 apg) dai Cavaliers e Joe Johnson (7.3 ppg, 3.3 rpg, 1.4 apg) dai Jazz, a cui si deve aggiungere la scelta protetta al secondo giro del Draft 2020 dei Miami Heat (draft pick ottenuta sempre da Cleveland a seguito della cessione di Dwyane Wade in Florida, clicca qui per maggiori dettagli) e un conguaglio economico di circa 3 milioni di dollari. RICAPITOLANDO:
  • Cleveland Cavaliers: George Hill e Rodney Hood.
  • Sacremento Kings: Joe Johnson, Iman Shumpert e la futura seconda scelta 2020 dei Cavs (via Miami Heat).
  • Utah Jazz: Jae Crowder e Derrick Rose.
A conti fatti e nel tentativo di stabilire quale franchigia sia riuscita a rinnovarsi meglio in questa maxi-trade, l'attenzione dei media americani si è spostata sull'incerto futuro di Derrick Rose. Se Jae Crowder è infatti sicuro di poter proseguire la propria stagione alla corte di coach Quin Snyder (risultando per caratteristiche tecniche ed emotive, un profilo potenzialmente propenso alla filosofia di gioco imposta dal tecnico americano), con buone probabilità il contratto dell'ex Golden Boy di Chicago sembra prossimo al taglio dei Jazz. Vedremo se, in vista dei Playoffs, il talento della Windy City riuscirà a trovare finalmente la propria dimensione in un roster NBA: al momento l'unica franchigia che sembra aver espresso un discreto interesse sono i Minnesota Timberwolves del suo ex coach di Chicago Tom Thibodeau.

Commenti

UFFICIALE: Isaiah Thomas riparte dai Los Angeles Lakers!
UFFICIALE: Dwyane Wade riabbraccia i Miami Heat!