Ovest

Luke Walton ignora Lonzo e zittisce LaVar: “Ha detto cazzate”

08.01.2018 20:08
Che LaVar Ball fosse un personaggio a dir poco eccentrico lo si sapeva da tempo. Nei mesi antecedenti allo scorso Draft le sue dichiarazioni sulla futura carriera NBA del primogenito Lonzo Ball hanno fatto il giro del mondo, facendogli guadagnare una popolarità per certi versi inaspettata. E chi pensava che l'approdo di suo figlio nei Los Angeles Lakers lo avrebbe calmato un po' si è dovuto presto ricredere: LaVar ha infatti continuato a mettere bocca in tutto ciò che riguarda direttamente Lonzo, proprio come il padre di un ragazzino qualunque al suo primo anno di minibasket. L'ultima delle sue numerosissime “perle” l'ha regalata qualche giorno fa ai microfoni di ESPN quando si è scagliato contro il coach dei gialloviola Luke Walton, criticandone aspramente il lavoro:
“Nessuno vuole più giocare per lui, lo posso vedere facilmente, da come neppure si scambiano un cinque quando si siedono in panchina. I ragazzi non sanno perché sono in campo, cosa devono fare. Luke è troppo giovane e non è in grado di stabilire una vera connessione con i suoi giocatori. Li ha persi”
Risultato immagine per lavar ball Forse ha ragione lui, forse Luke Walton ha davvero “perso” i suoi giocatori. Una cosa è certa, LaVar Ball non ha perso il vizio di porsi al centro dell'attenzione e non ha capito che le sue continue uscite fuori luogo non fanno altro che destabilizzare un ambiente che è già ampiamente sotto pressione. Ad ingigantire l'”effetto LaVar” ci pensano poi i media che offrono continuamente a Ball Sr. la possibilità di dire la sua. Un concetto che è stato evidenziato anche dal presidente dell'associazione allenatori NBA Rick Carlisle che ha commentato così le parole del padre di Lonzo:
“In qualità di presidente dell'associazione allenatori devo ammettere che quell'intervista è stata disgraziatamente inappropriata. Scrivere un articolo in cui l'opinione di una persona viene fatta passare per legittima fa venir meno il rapporto di fiducia che i coach hanno costruito in questi anni con i media”
Risultato immagine per rick carlisle D'altronde non possiamo nemmeno biasimarli; i media obbediscono a leggi di mercato e ogni volta che LaVar apre bocca le copie vendute o le visualizzazioni ricevute si moltiplicano. Ma se non possono essere i media a silenziare Ball allora dovrà farlo qualcun altro, magari Luke Walton stesso. E la risposta del coach dei Lakers a LaVar non si è fatta attendere. Nel corso della partita vinta dai gialloviola ai danni degli Atlanta Hawks, infatti, Walton ha tolto dal campo Lonzo dopo appena 6 minuti, facendolo rientrare solamente all'inizio della ripresa. A chi gli ha poi chiesto i motivi di una simile scelta il coach ha così risposto:
“Come mai ho tolto Lonzo dopo pochi minuti? Il padre ha detto cazzate e così l'ho sostituito subito...Ovviamente sto scherzando”
Battuta o meno Walton ha voluto comunque lanciare un messaggio a LaVar e a suo figlio Lonzo: il coach sono io e le scelte le faccio io, se non vi sta bene quella è la porta. Un altro modo di interpretare quella legge non scritta che dice che nel basket i genitori devono rimanere fuori dalla palestra. La sensazione è che la risposta di Ball Sr. non si farà attendere. Preparate i pop corn, siamo solo al primo round.

Commenti

Tutti i trash talking di Joel Embiid!
#INFERMERIA: Chicago, finalmente puoi contare anche su Zach LaVine