News

Verso l'All-Star Game: ecco i numeri della partita delle stelle

16.02.2018 18:57
Ci siamo quasi, è tempo di All-Star Game. Alle 02.00 di notte (ora italiana) di questo lunedì il Team LeBron e il Team Stephen infiammeranno lo Staples Center di Los Angeles e si daranno battaglia a colpi di alley-oop, schiacciate antifisiche e giocate fantascientifiche. Prima di tuffarci nella magia dell'All-Star Game 2018, però, forse è meglio dare una ripassatina ai numeri della Partita delle Stelle. Eccovene qualcuno: 1. E' la prima volta che Dwane Casey si siede sulla panchina di un All-Star Game. Lunedì prossimo l'attuale allenatore dei Toronto Raptors guiderà il Team LeBron. Sempre che il Re non decida di prendere in mano la situazione anche fuori dal campo... coach Tyronn Lue ne sa qualcosa! 3. E' la terza volta che lo Staples Center ospita l'All-Star Game dopo l'edizione del 2004 e quella del 2011. In entrambe le precedenti occasioni furono gli Ovest ad avere la meglio e gli MVP furono due ex Lakers: Shaquille O'Neal (2004) e sua maestà Kobe Bryant (2011). 5. Steph Curry, il capitano del Team Stephen, partirà in uno starting five della Partita delle Stelle per il quinto anno consecutivo. Finora la sua miglior performance è stata quella del 2016 quando chiuse con 26 punti, 6 assist e 6 rimbalzi in 28:50 minuti di gioco. Riuscirà a fare di meglio quest'anno? 20. LaMarcus Aldridge rappresenterà i San Antonio Spurs nell'All-Star Game di domenica. Nelle ultime 20 edizioni i nero-argento hanno avuto almeno un loro giocatore in uno dei due team. Il giocatore con più presenze è l'eterno Tim Duncan che vanta ben 15 partecipazioni. 55. Come gli anni trascorsi dal primo All-Star Game giocato a Los Angeles. Nel 1963 la sede fu la Memorial Sports Arena (casa di Clippers e Lakers negli anni '60) e il protagonista indiscusso di quella serata fu Bill Russell che si prese la scena con una prestazione da 19 punti e 24 rimbalzi che gli valse l'MVP e che permise all'Est di imporsi per 115-108 sugli Ovest. 314. Come i punti realizzati in carriera da LeBron James in una Partita delle Stelle. L'All-Star Game in cui ne segnò di più è quello del 2006 quando chiuse con 29 punti in poco più di 30 minuti di gioco. In quell'occasione si prese anche l'MVP e guidò l'Est al successo per 122-120. 5 anni più tardi fece il bis e condì il tutto con una tripla doppia ma il titolo gli fu scippato da un Kobe Bryant in forma smagliante. 500.000. Sono i dollari che il Team Stephen e il Team LeBron doneranno complessivamente a due organizzazioni benefiche locali. 350.000 andranno alla squadra vincitrice, 150.000 a quella sconfitta. Il Team Stephen ha scelto di devolvere la sua parte alla Brotherhood Crusade mentre il Team LeBron giocherà per l'After-School All-Stars Los Angeles. Si gioca per una buona causa, dunque; perciò speriamo che giochino col cuore.

Commenti

Da Lubiana all'All-Star Game: il viaggio di Goran Dragic
ROY: testa a testa tra Mitchell e Simmons. C'è spazio per gli outsider?