Trade

Detroit pronta ad ascoltare offerte per Avery Bradley

29.01.2018 18:17
La notizia è arrivata pochi minuti fa dalla fonte americana più affidabile, ovvero Adrian Wojnarovski di ESPN. Secondo Woj, Detroit si è decisa ad ascoltare offerte per Avery Bradley, giocatore arrivato proprio l'estate scorsa dai Boston Celtics in cambio di Marcus Morris. Il ventisettenne andrà in scadenza di contratto proprio in questa free agency, per cui i Pistons cercano di ricavarci qualcosa prima di perderlo a "parametro zero". Ad inizio stagione, la squadra allenata da Stan Van Gundy, era partita benissimo e in molti pensavano che avrebbe raggiunto con relatività tranquillità i playoffs. Adesso però la situazione è cambiata, con i Pistons noni a tre partite di distanza dall'ottavo posto detenuto da Philadelphia. Quello che preoccupa però non è la posizione in classifica, alla quale si può rimediare, bensì il gioco (e i risultati) espresso nelle ultime partite. La sconfitta di stanotte contro i Cavs ha allungato la striscia negativa ad otto match consecutivi persi, che fanno parte delle 12 sconfitte nelle ultime 15 giocate. Anche per questa ragione la dirigenza sta decidendo di provare a cambiare qualcosa, così da tentare uno sprint nella seconda parte di stagione. Probabilmente il GM Jeff Bower non è sicuro di riuscire a rifirmare Bradley in estate e preferisce non rischiare e scambiarlo ad un'altra franchigia. A tal proposito, non è chiaro ancora se si sono già fatte avanti alcune squadre, ma certamente possiamo ipotizzare a chi farebbe maggiormente comodo il giocatore con la numero 22. Avery è considerato una delle migliori guardie two-way dell'intera lega. Per intenderci, potrebbe essere una sorta di Klay Thompson, anche se meno tiratore dello Splash Brother. Con queste indicazioni, viene spontaneo pensare agli Oklahoma City Thunder quando si parla di un possibile acquirente. L'infortunio di Andre Roberson ha messo in allarme Sam Presti, che probabilmente ricorrerà al mercato prima della trade deadline. E l'inserimento di Bradley sarebbe proprio quello di cui hanno bisogno, così da rinforzare la difesa, ma rendere più pericoloso anche l'attacco. Il problema è che OKC, oltre ai problemi legati al salary cap, ha pochi asset da scambiare: in particolare, l'unica trade che potrebbe funzionare sarebbe uno scambio Bradley - Singler e Abrines, ma pare difficile che Detroit accetti una trade simile. I Cavs, specialmente in questo momento, vanno sempre considerati in qualsiasi trattativa, vista la loro voglia (e necessità) di cambiare qualcosa. Il discorso però è piuttosto simile ai Thunder vista la poca appetibilità dei giocatori che potrebbero partire (Smith, Frye e Shumpert). D'altro canto, è improbabile che una squadra di medio-basso livello si accolli il pur basso contratto di Bradley (8 milioni di dollari) con la possibilità di perderlo fra pochi mesi. I due esempi soprastanti invece ci fanno capire che per arrivare ad un accordo, i Pistons dovranno valutare la possibilità di perderci qualcosa, altrimenti con ogni probabilità Bradley rimarrà a Detroit, almeno fino a giugno.

Commenti

"I Phoenix Suns saranno aggressivi nella prossima free agency"
UFFICIALE: Blake Griffin saluta Los Angeles e vola a Detroit!