Chicago Bulls

Chicago Bulls: come utilizzare la seconda scelta al draft?

Il front office della Windy City è già a lavoro per trovare un giovane "steal" da selezionare con la pick dei New Orleans

Guido Boldoni
28.03.2018 13:36

I Chicago Bulls in piena fase di rebuilding avranno sicuramente due scelte al prossimo draft: la prima sarà presumibilmente tra le top 10 della lottery, la seconda invece, che è stata ottenuto dai New Orleans Pelicans nella trade che ha coinvolto Nikola Mirotic, cadrà tra la 20esima e la 25esima chiamata (dato che Davis e compagni sono in piena lotta playoffs). Per la prima pick ci sarà soltanto l’imbarazzo della scelta per il talento da prendere anche se il sogno (nemmeno tanto nascosto) della franchigia sarebbe quello di arrivare a Trae Young, Cleveland Cavaliers permettendo.

Per la seconda pick invece nella Windy City stanno sondando il terreno per un colpo alla Jarrett Allen (considerato da tutti gli addetti ai lavori non pronto, ma ora saldamente in quintetto). Cercasi dunque un underrated da far esplodere con calma. A tal proposito il front office della franchigia si è già messa a lavoro, analizzando i profili di tre possibili giovani talenti "sottovalutati". Vediamoli insieme:

Moritz Wagner | centro di Michigan

Il classe 1997 di nazionalità tedesca è senza dubbio una delle stelle della March Madness. 109 chilogrammi di qualità fanno di lui un lungo moderno. Sarebbe bello vedere un altro Lauri Markkanen come cambio di Robin Lopez? L’atletismo e l’abilità al tiro ne fanno un progetto più che intrigante soprattutto perché darebbe soluzioni offensive totalmente diverse rispetto al centro ex Portland Trail Blazers ed ex New York Knicks.

Ben Richardson | guardia di Loyola-Chicago

E se il futuro dei Chicago Bulls fosse rappresentato da un talento già presente in casa? Ben Richardson infatti è un altro giocatore pazzesco, ma soprattutto perfetto per il gioco di coach Fred Hoiberg essendo un tiratore vecchio stile con una discreta personalità. Forse più pronto di altri prospetti a partire in quintetto e, dato il ruolo (i Bulls sono attualmente corti a livello di backcourt), potrebbe avere un ampio minutaggio dal coach.

Daniel Gafford | centro di Arkansas

Daniel Gafford è un prospetto totalmente diverso rispetto agli altri, ma non per questo meno intrigrante. Centro verticale simile al sopracitato Jarrett Allen con ottime abilità difensive e una discreta qualità nelle letture offensive. Atletico e preciso ricorda in alcuni spunti il primo Nerlens Noel. Occhio però, perchè il tiro è totalmente da costruire.

I Chicago Bulls dovranno stare molto attenti al prossimo draft a scegliere i migliori talenti per la propria squadra per provare a tornare ai playoffs nel minor tempo possibile. I presupposti per un futuro roseo ci sono soprattutto se Lauri Markkanen e Kris Dunn confermeranno l'attuale rendimento, ma i nuovi saranno all'altezza?

Commenti

Settimana da incubo per Carmelo Anthony!
UFFICIALE: Chicago brucia tutti, ecco Sean Kilpatrick!