Ovest

DeAndre Jordan ha deciso: vuole ritornare a casa, agli Houston Rockets!

Emanuele
16.01.2018 20:28
Dopo la notte selvaggia di oggi iniziata sul parquet dello Staples Center e conclusasi all'interno degli spogliatoi con alcuni giocatori di Houston che hanno fatto irruzione nella locker room dei Clippers per "regolare i conti" con Blake Griffin e Austin Rivers su tutti (secondo quanto riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN), il centro DeAndre Jordan (che non ha preso parte il match, ma si trovava all'interno dello spogliatoio dei padroni di casa durante l'irruzione) sembra aver deciso la sua prossima destinazione. Secondo quanto riportato da Stephen A. Smith durante la puntata di First Take, DeAndre Jordan avrebbe chiesto alla dirigenza dei Los Angeles Clippers che, nel caso in cui fosse ceduto, vorrebbe vestire la canotta proprio degli Houston Rockets, andando a riabbracciare così il suo ex compagno di squadra Chris Paul. Quest'ultimo nel post-partita di Clippers-Rockets ha rivelato che i due si sentono costantemente tutti i giorni e che naturalmente sono rimasti grandi amici. Ma un motivo in più per volare in texas proviene dai dati anagrafici di DeAndre. L'attuale giocatore dei Clippers infatti è nato a Houston e sappiamo quanto i giocatori in NBA siano attaccati alla loro città natale e tengano a tornare prima o poi a casa. Una trade per DeAndre Jordan potrebbe non essere troppo complicata da intavolare per i Rockets prima della trade dealine. Ma oltre al contrattone di Ryan Anderson la franchigia allenata da Mike D'Antoni dovrebbe rinunciare anche alle prestazioni di Clint Capela (che in realtà i razzi vorrebbero rifirmare questa estate) e una futura prima scelta al draft. Con queste tre condizioni l'affare andrebbe con ogni probabilità in porto, con l'unica concorrenza dei Cleveland Cavaliers e quella futura prima scelta che hanno ereditato da Boston (via Brooklyn) da battere. Tuttavia Houston potrebbe giocarsi anche un'altra chance prima di dare il bentornato a casa a DJ. Il front office potrebbe convincere Jordan ad aspettare qualche mese in più e precisamente questa estate, quando il suo contratto potrebbe andare in scadenza. Jordan infatti ha una player option da più di 24 milioni di dollari sul proprio contratto per la stagione 2018/19 che potrebbe renderlo unrestricted free agent già a partire dalla prossima offseason, nel caso in cui decidesse di non esercitarla. Ma la domanda principale è: i Rockets vogliono davvero Jordan?

Commenti

I cinque capisaldi di Gregg Popovich: una guida per vincere tutto!
Si è "rotto" lo spogliatoio dei Cleveland Cavaliers?