San Antonio Spurs

L'arma segreta di Gregg Popovich: LaMarcus Aldridge!

Nel momento clou della stagione LaMarcus Aldridge si è caricato sulle spalle gli Spurs, facendo registrare numeri spaventosi, ma soprattutto i pubblici elogi di Popovich

Simone Romani
29.03.2018 13:40

Difficile ricevere apprezzamenti da un coach come Gregg Popovich. Però quando questo succede si è riusciti a fare veramente qualcosa di speciale. Questo è quanto accaduto a LaMarcus Aldridge, che ha vinto per la decima volta il Western Conference Player of the Week, in dodici anni di splendente carriera. Non solo, da quando è sbarcato a San Antonio, nel 2015, è già la seconda volta.

Che LaMarcus Aldridge sia un giocatore fenomenale è una certezza, ma in questa stagione sta dando del suo meglio, vista l'assenza a tempo indeterminato di Kawhi Leonard. L'ex giocatore dei Portland Trail Blazers ha stretto i denti ed ha fatto gli straordinari, (che vengono evidenziati anche nei suoi numeri), ricevendo come consacrazione a questi i complimenti di Gregg Popovich, persona sconosciuta a questi "tipi" di rapporti umani.

Ma d'altronde come è possibile non ricevere complimenti dopo aver trascinato i San Antonio Spurs 3-1 nella settimana in cui le ore ed i minuti stringono come una morsa, per la paura di una storica mancata qualificazione ai playoffs?!

I numeri che ha collezionato il numero 12 degli Spurs in questa settimana - prima della contusione al ginocchio che lo ha visto uscire anticipatamente dalla partità di martedì notte contro gli Washington Wizards, persa per 116 a 106 - sono spaventosi34.8 punti, 9.3 rimbalzi, 2.3 assist e 2.0 stoppate in 34.8 minuti di gioco. Ha tirato dal campo con il 59.6%, 56 su 94, e con l'86.7%, ovvero 26 su 30, dalla lunetta.

In tutte le partite della settimana c'è stata la sua immancabile firma, che attesta come Aldridge non solo sia un giocatore da non sottovalutare, ma anche come i San Antonio Spurs quando giocano il loro basket, c'è poco da fare per tutti.

Il dato che conferma quello che stiamo dicendo è la partita del 19 marzo, vinta 87-95, contro i campioni in carica dei Golden State Warriors, reale metro di misura per chi vuole competere a determinati livelliLaMarcus Aldridge ha concluso il match con 33 punti, 12 rimbalzi e 2 stoppate. Questa prestazione ha rappresentato la sua sesta in stagione con più di 30 punti e 10 rimbalzi.

Ma il suo impatto devastante, non si è fermato certo in California. Nella partita vinta 124-120, contro la sorpresa Utah Jazz, il ragazzone di Dallas ha segnato 45 punti, di cui 28 nel primo quarto, aggiungendoci 9 rimbalzi, 3 stoppate e 2 assist. Questo gli ha permesso di diventare il quinto Spurs negli ultimi 20 anni, ad eclissare i 40 punti.

"E' stato un cavallo per tutta la stagione."

Queste le parole di coach Popovich, che ha poi aggiunto:

"Il nostro modo di giocare va avanti, e sarà sempre così. Oltre le critiche.

LaMarcus ha il cuore più grande di tutti. Si dedica alla squadra, si sacrifica. Fa tutto ciò di cui c'è bisogno per vincere. Chiunque vorrebbe allenare un giocatore di questo tipo"

Se una leggenda di questo gioco, che ha un'intera mano piena di anelli, ti consacra allora vuol dire che vali veramente qualcosa. Anche perchè, l'ultima volta che Gregg Popovich incoronò un giocatore, si trattò di Tim Duncan, e tutti sappiamo come finì. Se questi San Antonio Spurs, con un miracoloso rientro di Kawhi Leonard, riuscissero a mantenere questa solidità, potrebbero trovare nella figura di LaMarcus Aldridge la carta in più per combinare qualcosa di grande.

 

Commenti

I motivi del successo dei Portland Trail Blazers
#INFERMERIA: Durant e Green sono pronti a rivitalizzare gli Warriors!