Mercato NBA

Houston ci prova: pronto il contratto per Capela!

I Rockets hanno intenzione di proporre al pivot un quinquennale da 85 milioni di dollari.

Riccardo Poletto
11.07.2018 18:29

Il rapporto tra Clint Capela e gli Houston Rockets sembrava, almeno secondo gli ultimi report, ormai vicino al capolinea. Tra i 60 milioni offerti dalla franchigia e la richiesta di 100 milioni dello svizzero c'è un abisso difficilmente colmabile e questa discordanza di numeri, lasciava intuire che sarebbe stato quantomeno complicato trovare un accordo.

Gli ultimi rumors, però, dicono che i Rockets hanno pronto un quinquennale da 85 milioni da mettere sul tavolo per assicurarsi le prestazioni di Capela ancora per molto tempo. La società, stando a quanto dicono i media americani, è inoltre molto fiduciosa e convinta di riuscire a trattenere lo svizzero.

Effettivamente quella di Houston sembra un'offerta degna di essere presa in considerazione, data la situazione in cui si trova Capela: nessuna squadra è sembrata disposta ad offrire un quadriennale da 100 milioni, mentre i Rockets si sono impegnati per mantenere il giocatore in Texas anche sfondando il muro del salary cap.

Sì, perché il proprietario Tilman Fertitta ha dichiarato pubblicamente che per lui non sarà un problema l'ipotetica luxury tax che Houston dovrebbe pagare nel caso il monte ingaggi dovesse crescere drasticamente. Con la firma di Chris Paul di un contratto da 160 milioni spalmati in 4 anni e il già presente faraonico contratto di James Harden (230 milioni in 6 anni), è molto probabile che i Rockets sforeranno dal salary cap e saranno costretti a sborsare per la tassa di lusso.

Questa volontà di fare sacrifici anche dal punto di vista economico testimonia quanto l'ambiente sia deciso a strappare la corona ai Golden State Warriors: i Rockets sono stati gli unici che negli ultimi due anni siano mai riusciti ad impensierire quelli della Baia di San Francisco, e anche nella stagione 2018/19 possiamo essere certi che i razzi cercheranno di organizzare un assalto ai campioni in carica.

Commenti

TIMEOUT | Manu Ginobili: la mano sinistra di Bahia Blanca
Adam Silver si arrende, via il one-and-done. E' la fine di un'era?