News

Lakers vs Nets, non proprio una finale scontata

I campioni in carica e i ragazzi di Steve Nash rischiano di ripetere la postseason disputata dai Los Angeles Clippers la passata stagione.

18.04.2021 11:46

La regular season 2020/21 si avvia al photofinish. Per l’accesso ai playoffs tutto è ancora in un perfetto equilibrio, invece nella lotta al titolo la luce dei proiettori si focalizza solo su due super-team: i Los Angeles Lakers ed i Brooklyn Nets. In questo articolo analizzeremo se effettivamente l’epilogo è così scontato.

Si prospetta una corsa alle Finals piena di sorprese sia ad est che ad ovest dati i diversi punti di domanda come: il forfait anticipato di Jamal Murray, la gravità dell’infortunio di Giannis Antetokounmpo, l’ingresso nella rosa e le condizioni di Drummond oppure l’influenza che può avere il ritiro a sorpresa di LaMarcus Aldridge. Ma non solo questi avvenimenti fanno preoccupare le franchigie in corsa per il titolo.

I Lakers iniziano a vedere la luce infondo al tunnel degli infortuni, dato che Anthony Davis oramai sembra essere completamente recuperato e Lebron James dovrà sostare ai box per una settimana massimo due. La squadra di Los Angeles oramai è certa di un percorso nei playoffs impegnativo sin dal primo turno, come conferma il loro record (35-22) e il quinto posto nella Western Conference che al momento li collocherebbe in un primo turno ad alta tensione contro i Denver Nuggets.

I 17 volte campioni NBA non possono comunque star tranquilli, soprattutto dopo le parole di Drummond dell’altra notte in cui il centro americano ha sollevato delle perplessità sulla mancanza di tempo e partite per formare un’ottima intesa con le due superstar ancora ferme:

“Non puoi aspettarti grande intesa offensiva quando abbiamo un quintetto titolare diverso ogni sera.”

Queste dichiarazioni non possono far altro che destare preoccupazioni nell’ambiente. I tifosi poi potrebbero fare un parallelismo con i Clippers della scorsa stagione, cioè una squadra potenzialmente devastante ma con la mancanza di alchimia tra i vari componenti del roster. Come avete visto, il tutto ha portato ad una post-season a dir poco deludente, con la franchigia di Steve Ballmer che non raggiunse nemmeno le finali di Conference.

Spostandoci invece dall’altra parte dell’America troviamo i Brooklyn Nets, il secondo posto con solo una vittoria dai Philadelpia 76ers non può far altro che portare ottime sensazioni all’interno del Barclays Center. Tuttavia anche in questo caso, la squadra capitanata da Kevin Durant non può star tranquilla, soprattutto dopo le ultime affermazioni del tecnico Steve Nash dopo la sconfitta proprio contro i diretti rivali ad est:

“Potremmo non avere mai il roster completo a disposizione. Questa non deve essere una scusa, perché i titolari in campo devono essere sempre pronti a dare il massimo, però la situazione forfait al momento non possiamo controllarla.”

Queste affermazioni se saranno accompagnate da dati di fatto, potrebbero gettare diverso sconforto in una tifoseria molto carica e una squadra consapevole che storicamente non è mai stata così dominante ad organico completo. Il ritiro di Aldridge, può far pensare che le affermazioni fossero riferite all’ex San Antonio, dato che il clamoroso annuncio della sua uscita di scena è arrivato solo dopo le parole del tecnico ex MVP.

Ma se andiamo a vedere lo starting-five dei Nets ogni sera troviamo delle rinunce più o meno importanti. Anche a New York perciò può crescere il timore di avere una squadra potenzialmente devastante ma che per un motivo o per un altro rischia di non riuscire ad esprimere il suo completo potenziale, e come i Clippers la scorsa stagione uscire anzitempo dai playoffs.

Per concludere ci troviamo davanti a due squadre, i Lakers ed i Clippers, incredibilmente piene di talento, che dovrebbero garantirsi senza troppi patemi d’animo un posto alle Finals. Tuttavia al momento le diverse defezioni e la mancanza di un’intesa di squadra, potrebbero regalare a noi tifosi una finale del tutto inedita.

Commenti

Mercato NBA: New Orleans è pronta a ricoprire di dollari Ball, ma ad una condizione
Cosa perdono e come cambiano i Nets con il ritiro di Aldridge