News

Il migliore affare della NBA degli ultimi anni: Luguentz Dort

Undrafted nel 2019, la stella di Arizona State ha messo in mostra una difesa pazzesca e lampi di una grande abilità offensiva, tutta da scoprire.

22.04.2021 14:04

Nonostante una grandiosa stagione ad Arizona State dove Luguentz Dort era stato nominato Freshman of the Year di una delle maggiori conference dell'NCAA, non viene scelto al draft del 2019, ma viene comunque firmato con un two-way contract dagli Oklahoma City Thunder. Durante questo periodo impressiona tutti e subito, tanto da veder convertito il proprio contratto provvisorio in un garantito di quattro anni da 5.4 milioni di dollari.

Attualmente per come sono andate le cose, sembra uno dei migliori affari della NBA in questo momento. Tutto è iniziato a sorpresa nei playoffs del 2020 quando nella serie contro i Rockets Dort riesce a tenere l'allora superstar degli Houston Rockets James Harden a solo il 31,3% nel tiro da tre punti. Il Barba otterrà comunque una media di 29.7 punti a partita nella serie, ma i punti realizzati da Harden non descrivono la fatica fatta per realizzarli, con Dort che lo perseguitava in ogni modo: in particolare in gara-7 lo tiene a 17 punti con 4 su 15 al tiro. 

Da quel momento in poi nasce la reputazione di Dort come uno dei principali difensori della NBA che viene ancor di più aumentata nella seconda stagione dove viene utilizzato per marcare i migliori avversari sul perimetro.

Alto solo un metro e ottanta è un condensato di incredibile atletismo, rapidità laterale e di devastante forza fisica, insomma Dort ha tutti gli strumenti fisici necessari per essere un grande difensore perimetrale. Sappiamo benissimo però che non bastano solo le doti fisiche per essere un grande difensore. Per esserlo deve esserci sia il desiderio che la forza di volontà per mettersi in posizione e fare il lavoro sporco, per non parlare della semplice abilità di anticipo che derivano da un ampio studio delle tendenze degli avversari.

Tutto questo racchiuso nelle parole del capo allenatore dei Toronto Raptors Nick Nurse, nonché capo allenatore del team del Canada che parlando proprio del canadese Dort, su cui farà affidamento per la difesa della sua nazionale, ne elogia le caratteristiche sia fisiche che caratteriali:

"Direi che la forza fisica gioca sempre un ruolo. Se puoi muovere i piedi e usare il corpo e gli avambracci e cose del genere per controllare fisicamente la situazione, questo aiuta sempre. E lui può certamente farlo.”

“Se stiamo tagliando una torta di ciò che rende un buon giocatore difensivo, allora desiderio, volontà, tenacia, anticipazione, prontezza. Quelle cose occupano la maggior parte di quella torta."

Sebbene sia noto, a ragione, per i suoi fantastici exploit difensivi, Dort, a volte, ha mostrato lampi di una grande abilità offensiva come in quella famosa partita 7 contro Houston l'anno scorso quando è esploso con 30 punti, unendosi a Kobe BryantLeBron James come gli unici giocatori di 21 anni a segnare 25 o più punti in una gara-7. O proprio come la settimana scorsa quando ha stabilito un record di 42 punti contro gli Utah Jazz con 16 su 31 dal campo ed uno stratosferico 7 su 11 da tre punti.

Quindi anche dal punto di vista offensivo ci sono segnali da grande giocatore, semplicemente non l'ha ancora dimostrato in maniera costante. La difesa è ciò che ha messo Dort sulla mappa NBA e sembra essere sempre il suo principale biglietto da visita, ma con un gioco offensivo in continuo miglioramento chissà quanto in alto potrebbe salire la sua stella!

Commenti

Embiid sogna l'impresa: emulare Hakeem, MJ e Giannis. Ci riuscirà?
Shaquille O'Neal incensa Zion Williamson: "Potrebbe essere migliore di me"